Come diventare commerciante di auto usate

37800 0
37800 0

Avete la passione per le auto e vi sentite dei venditori nati? Ecco come diventare un commerciante di auto usate in pochi semplici passi.

Vendere auto usate su Internet

Il portale di internet è ormai, da diversi anni, quello principale per chi decidere di vendere una vettura che si ha posseduto. Esistono diversi siti adibiti alla vendita di strumenti, oggetti vari, mezzi di trasporto e, in particolare, automobili. In rete è semplice registrarsi, per mezzo del proprio contatto mail e inserire gli annunci desiderati.

Per redigere un buon contenuto è utile fare una o più foto chiare alla macchina da vendere ed allegare le caratteristiche tecniche della stessa, oltre alla descrizione dello stato in cui si ritrova. Di solito, è conveniente non immettere troppe informazioni nell’annuncio perché, così facendo, si potrebbe confondere il potenziale acquirente.

È però indispensabile lasciare un numero di telefono per essere contatti facilmente e per spiegare in questo modo le proprie ragioni a coloro che saranno interessati. Se la macchina presenta delle particolarità che la differenziano dalle altre non si può esitare nel renderle evidenti. Tali tecniche sono basilari e possono essere utilizzate sia da chi vende auto per professione, nel tentativo di avere più visibilità, sia da chi decide di farlo sporadicamente o una tantum.

Ovviamente, ci sono altri mezzi di comunicazione definibili come tradizionali (annunci sui giornali, il più consueto ”passaparola” verbale ecc.), che mantengono la loro efficacia. Nonostante ciò, internet sembra detenere il primato in questo campo.

Diventare commerciante d’auto usate

Per diventare venditore professionista può essere utile allestire uno stabilimento che funge da salone. In alternativa, però, si può pensare di fare intermediazione e vendere le auto senza possederle personalmente.

In tempi di crisi, la nascita di attività commerciali di questo tipo può essere conveniente, soprattutto perché riduce sensibilmente i costi ed ogni tipo di spesa: pensiamo principalmente all’assenza di bollette per le utenze e l’affitto dello stabile.

Ogni venditore ha le sue tecniche per entrare nel mercato, ma il fattore principale che nobilita ognuno di essi è quello della credibilità che assume intorno a se. In primo luogo, le auto messe in vendita devono essere di buona qualità e poi devono portare una convenienza al compratore.

Di solito, infatti, auto usate vengono acquistate da chi, per varie esigenze, non può o non vuole spendere cifre astronomiche. Sarebbe inutile circondarsi di macchine d’élite per dei fruitori che cercano qualcosa di diverso e che hanno pretese più basse.

Chiaramente, bisogna essere consapevoli dell’esistenza di diversi tipi di mercati, ma l’usato tradizionale in Italia per la fascia media dei compratori assume queste connotazioni.

Ultima modifica: 21 Novembre 2018