Come creare portatarga artigianale: procedimento

5712 0
5712 0

Il classico portatarga in dotazione originaria con la pubblicità della concessionaria può essere sostituito con uno realizzato artigianalmente. Ecco come farlo.

La targa, senza un adeguato supporto, è abbastanza delicata e potrebbe subire delle ammaccature, talvolta irreparabili. Il portatarga ha la funzione specifica di salvaguardare l’integrità della targa dell’auto. Nella maggior parte dei casi, inoltre, presenta la pubblicità della casa automobilistica o della concessionaria dove abbiamo acquistato l’auto.

Possiamo sostituire il portatarga con uno realizzato artigianalmente? La risposta è sì. Vediamo come realizzarne uno in maniera molto semplice.

I fautori dell’estetica eliminerebbero del tutto il portatarga attaccando direttamente la targa alla carrozzeria per ragioni, appunto, di stile. Ma si possono unire le due concezioni, di estetica e di praticità, realizzando un portatarga poco invasivo ma efficace nello stesso tempo. Ecco ciò di cui abbiamo bisogno:

  • una lamiera di acciaio inox spessa 2 mm;
  • una smerigliatrice angolare con disco lamellare;
  • un trapano con punta per forare l’inox;
  • rivetti da 5 mm e rivettatrice.

Una lastra da 2 mm di acciaio inox sarà invisibile ma resistente allo stesso tempo e proteggerà targa e carrozzeria, senza mai incorrere nel problema della ruggine. Possiamo scegliere, inoltre, se optare per una lamiera più alta nella parte superiore, in modo da poter integrare delle luci targa diverse dalle standard, oppure realizzare solo il supporto a misura della targa.

Nel caso della targa posteriore le misure secche di cui abbiamo bisogno sono di cm 52×11, nel caso della targa anteriore di cm 36×11. Come procedere una volta che abbiamo a disposizione la lastra?

In primis bisogna smontare la targa e il portatarga vecchio. Generalmente è fissata con dei rivetti, quindi prendiamo il trapano e, con una punta da 4 mm per acciaio inox, foriamo il centro di ogni rivetti fino a quando questo non si stacca.

Una volta tolta la targa, il vecchio portatarga verrà via alla stessa maniera di cui sopra.

Successivamente è necessario appoggiare la targa sulla lastra in acciaio inox e segnare i buchi dei rivetti di fissaggio, lo stesso deve essere fatto per il fissaggio alla carrozzeria. Per forare la lastra bisogna utilizzare una punta per acciaio inox da 5 mm.

Con la smerigliatrice angolare, in seguito, dobbiamo arrotondare gli spigoli della lastra e eliminare le sbavature dei fori.

Con la rivettatrice e i rivetti, infine, si deve fissare il portatarga alla carrozzeria e sopra questo la targa. Si può optare, infine, di fissare la targa al portatarga con dei perni in acciaio inox da 5 mm con dado a testa tonda, per ragioni stilistiche ovviamente.

Ultima modifica: 19 Settembre 2017