Come creare auto tuning: guida e consigli

7150 0
7150 0

Quando l’auto è sempre la stessa non vediamo l’ora di modificarla, e allora compare il tuning che le cambia i connotati a seconda dei nostri gusti. Vediamo assieme cos’è e come procedere.

La moda attuale del tuning su auto si riferisce alla possibilità di dare una nuova vita e nuove sembianze alla propria auto per sconfiggere la monotonia a cui essa ci ha abituato, ma soprattutto per staccarla dalle sue origini e farla diventare quasi una propria invenzione.

Le ragioni che spingono un automobilista a “liberarsi” delle caratteristiche della propria auto non sono però solo queste: molto dipende dalla possibilità di aggiungere o sviluppare alcune funzioni che nel modello di produzione non sono previste e magari sono importanti e necessarie per il proprietario. È il caso di miglioramenti relativi a prestazioni del motore, all’aggiunta di strumenti di connessione web, aggiunta di sensori su parti meccaniche non previste nel modello di fabbrica, una marmitta conforme ma più potente, un intercool di ultima generazione. Le altre parti che possono subire modifiche ragguardevoli sono la carrozzeria, il motore, gli impianti di illuminazione e audio, gli accessori fuori serie, la marmitta, il clacson, il volante… insomma, tutto ciò che rende visibilmente distintivo il veicolo e lo personalizza.

Questa nuova moda si potrebbe definire un’espressione artistica applicata alle auto, oltretutto di esclusiva e libera ispirazione del singolo proprietario.

Nonostante ciò comunque ci sono delle realtà aziendali che si occupano di produrre i materiali e gli accessori da installare nelle auto che vogliono cambiare il look, quindi la scelta di cosa fare e cosa modificare dipende molto da ciò che il mercato offre. Si consiglia, infatti, di rivolgersi a questi produttori – che si possono definire anche “artisti” – e avere i giusti consigli su come intervenire e come rientrare in un budget di spesa sostenibile.

I modelli da imitare provengono per la maggior parte dagli USA dove la pratica dell’auto tuning è in vigore da molto tempo prima che nei paesi europei, Italia compresa: a tutti è capitato di vedere foto o video in cui compaiono auto con installazioni eccentriche che viaggiano sulle lunghe autostrade americane o percorrono le vie di grandi e piccole città del grande continente transoceanico.

Vediamo alcuni esempi di tuning, e come farlo divertendosi e a costi ragionevoli:

  • verniciare le ruote con una vernice nera lucidante e abbellirle con una riga di colore bianco;
  • colorare le cinture di sicurezza con tinte chiare e smaglianti;
  • verniciare il tappo del carburante
  • colorare i bordi dei fari anteriori/posteriori;
  • aggiungere strisce adesive che rimandano a forme o colori di animali (effetto zebrato, maculato);
  • dipingere dei grandi occhi sul muso dell’auto in corrispondenza dei fari;
  • cambiare il rivestimento del volante;
  • modificare il pomello delle marce con quello di un “bastone da ricco Lord inglese”;
  • oscurare i vetri, totalmente o parzialmente.

Ultima modifica: 18 settembre 2017