Cosa sono i cavalli fiscali auto: guida pratica

3422 0
3422 0

Quanti cavalli ha, che cilindrata ha? Trattasi di domande frequenti, che implicano che venga fatta un po’ di chiarezza, soprattutto quando sono in gioco i cavalli fiscali auto. Sì, perché in funzione del numero di cavalli fiscali, chi possiede un’auto paga il cosiddetto bollo, ossia la tassa di proprietà.

Cosa sono i cavalli fiscali

I cavalli fiscali dipendono dalla cilindrata del motore e sono quindi legati a quei famosi cc, ossia alla cubatura del propulsore. Ma – attenzione – nulla hanno a che vedere con la potenza dell’auto. Che cosa significa? Che due auto di potenza diversa, possono avere lo stesso numero di cavalli fiscali e, pertanto, per lo meno davanti al fisco, saranno uguali. Pagheranno cioè lo stesso bollo. Vediamo nel dettaglio che cosa sono i cavalli fiscali di un’auto.

I cavalli  fiscali auto non sono tutti uguali

Ci sono cavalli e cavalli, quando si parla di auto. Perché ci sono i cavalli fiscali – e, lo abbiamo già richiamato, sono quelli su cui si basa l’importo del bollo di proprietà – e ci sono i cavalli che esprimono la potenza del motore. Nonostante sia molto facile confondere gli uni con gli altri, in realtà trattasi di cosa molto differente. I cavalli fiscali dipendono infatti dalla cilindrata del motore e, per calcolarli, è stata redatta un’apposita tabella. Un motore con cilindrata di 19,8 cc, per esempio, ha un solo cavallo fiscale (si parla di motori minuscoli. I motori con cilindrata compresa tra 1930,6 2080,1 cc hanno invece 20 cavalli fiscali, tanto per riportare un altro esempio. Ma, per chiudere il cerchio, va anche detto che un motore con una cilindrata 200, può avere 130 cavalli, così come 180. insomma, sembra complesso, ma non lo è affatto: i cavalli fiscali dipendono solo ed esclusivamente dalla cilindrata e nulla hanno a che vedere con gli altri cavalli.

Come si calcolano i cavalli fiscali?

Ma, viene da chiedersi, come si fa a sapere quanti cavalli fiscali ha la propria auto? D’altro canto è un dato che non si può ignorare, perché, come già chiarito, dal numero dei cavalli fiscali dipende strettamente l’importo del bollo. Non c’è nulla di difficile, in realtà, nel conoscere il numero di cavalli fiscali della propria auto. Basta infatti aprire il libretto di circolazione e tutto sarà chiaro. Non resta, quindi, che recarsi a pagare il bollo che, ricordiamo, è una tassa di proprietà. E pertanto non ci si può esimere dal suo pagamento.

Ultima modifica: 15 Maggio 2020