Cosa fare in caso di smarrimento o furto della patente

2259 0
2259 0

Può capitare che per disattenzione o sfortuna ci si trovi nella condizioni in cui non si è più possessori della tessera della patente di guida. Ma come ci si deve comportare in questi casi? Vediamo in questo articolo i passi da compiere in caso di smarrimento o furto della patente.

Cosa fare in caso di patente smarrita

Se si smarrisce la patente, o se ne subisce il furto, l’iter da seguire per entrare in possesso di un documento provvisorio per poter circolare liberamente in macchina è ben preciso. Il primo passo da seguire è la denuncia di smarrimento della patente presso una caserma dei Carabinieri.

In questa sede verrà elaborata la denuncia che deve essere effettuata entro 48 ore dalla scoperta dello smarrimento. Per questa operazione è necessario essere muniti di un documento di identità valido. Se la patente risulta “duplicabile”, occorrerà pagare un bollettino PagoPA per la tariffa “2E – DUPLICATO PATENTE PER SMARRIMENTO O SOTTRAZIONE” equivalente a 10,20€ per ottenere un documento provvisorio e sostitutivo della patente.

Una volta concluso questo primo step, l’ufficio rilascerà un permesso provvisorio con una validità di 90 giorni che permetterà di circolare liberamente in auto durante l’attesa del duplicato della patente di guida.

Come richiedere il duplicato della patente 

Per ottenere il duplicato della patente, è necessario presentare i seguenti documenti all’organo di Polizia dedicato:

  • Domanda su modello TT 21 12 reperibile allo sportello dell’ufficio oppure sul Portale online dell’automobilista;
  • Denuncia di smarrimento o furto della patente;
  • Ricevuta di pagamento del bollettino PagoPA;
  • 2 fototessere;
  • Originale e fotocopia di un documento di riconoscimento valido;
  • Originale del permesso provvisorio di guida.

Quando la denuncia viene elaborata, il Ministero riceve la richiesta di duplicato da parte dell’organo di Polizia e procede con la verifica del corretto pagamento del bollettino PagoPA per il duplicato del documento della patente. In particolare, si assicura che il codice fiscale del pagatore corrisponda a quello dell’intestatario della patente, il cui smarrimento è stato denunciato. Alla luce di questi controlli, il Ministero provvederà a spedire la nuova patente di guida all’indirizzo di residenza dell’intestatario con posta assicurata.

Nel caso in cui la patente dovesse risultare “non duplicabile” al momento della denuncia di smarrimento, il proprietario è tenuto a fare richiesta a un ufficio di Motorizzazione Civile per il duplicato del documento. Questo vale anche per i casi in cui ci siano stati errori nell’indirizzo del destinatario o per compiuta giacenza postale.

Ultima modifica: 2 Settembre 2022