Cosa fare se si trova lo specchietto auto rotto

1193 0
1193 0

Quando si lascia la propria automobile in un parcheggio pubblico si è consapevoli del fatto che questa possa venire danneggiata da altri automobilisti e può capitare di trovare lo specchietto della propria auto rotto. Nella maggior parte dei casi, quando questo si verifica, il responsabile dell’incidente non lascia le sue generalità e spetta, quindi, al proprietario del veicolo occuparsi di questa situazione.

Come comportarsi

All’inizio dell’articolo abbiamo sottolineato il fatto che questi episodi si verifichino prevalentemente quando l’auto viene lasciata incustodita in un parcheggio, tuttavia questo non è l’unica circostanza che può portare alla rottura di uno specchietto.

Può accadere, infatti, che questo incidente si verifichi durante un tentativo di sorpasso o durante una manovra sbagliata da parte di un altro guidatore: tuttavia, qualsiasi sia la situazione, bisogna sempre sapere come agire.

Quando si trova lo specchietto della propria auto rotto, la prima cosa da fare è riuscire a ripararlo: se il danno è lieve è possibile procedere con una operazione fai da te, comprando i pezzi di ricambio oppure bisogna rivolgersi ad un’officina che si occupi della riparazione in modo professionale e attento.

Nel momento in cui si decide di optare per una riparazione professionale i costi aumentano e bisogna chiedersi a chi spetti pagare il danno. Naturalmente, se l’identità del responsabile è nota, sarà lui ad occuparsi dei costi di riparazione dello specchietto, ma, spesso, capita che questa persona scappi prima che sia possibile identificarla.

In questo caso, il proprietario del veicolo deve agire da solo e occuparsi delle spese di riparazione dello specchietto: tuttavia, ci sono diverse polizze assicurative che coprono gli atti vandalici e consentono di tutelare il guidatore in caso di danneggiamento dell’auto.

Cosa dice la legge

I casi che possono portare alla rottura di uno specchietto sono: un atto di vandalismo per cui l’eventuale polizza assicurativa stipulata è fondamentale per coprire i danni, oppure il contatto con un’altra auto.

Tuttavia, potrebbe verificarsi anche il caso in cui l’apertura delle portiere dell’auto urti un pedone, un ciclista, una moto o un’auto e questo provochi la rottura dello specchietto: secondo il Codice della strada è vietato aprire le porte di un veicolo, scendere dall’auto e lasciare aperte le portiere senza prima essersi assicurati che la manovra non costituisca un pericolo per gli altri.

In questi casi, quindi, la responsabilità è del proprietario dell’auto che non ha prestato le giuste attenzioni e spetta, quindi, a lui provvedere al risarcimento dei danni. Inoltre, occorre sottolineare che il Codice della Strada, all’articolo 72, stabilisce la regola di non poter circolare senza lo specchietto di sinistra, ovvero quello del guidatore, ma è ammessa la circolazione senza quello di destra, ovvero quello del passeggero anteriore.
Nel caso in cui, a causa di un incidente o di un atto vandalico, ci si dovesse ritrovare con entrambi gli specchietti laterali rotti o mancanti, non è possibile circolare, altrimenti si rischierebbe di incorrere in una multa che oscilla tra gli 80 e i 318 euro.

Ultima modifica: 2 marzo 2022