Come controllare la scadenza della revisione auto

2219 0
2219 0

La nostra automobile deve essere controllata spesso per mantenerla in ottimo stato, e a scadenza periodica è obbligatorio fare la revisione per continuare a circolare in strada. La revisione è un controllo accurato che dovrà certificarne l’idoneità.

Revisione auto: cosa comporta

Il Codice della Strada prevede che dei controlli obbligatori per i nostri veicoli:

  • Condizioni di sicurezza
  • Livello di emissioni inquinanti
  • Rumorosità

La revisione periodica obbligatoria per le auto serve prima di tutto a garantirne la sicurezza e anche il controllo delle emissioni di gas inquinanti e di rumore (inquinamento acustico). Ed è sempre il Codice della Strada a indicare tutti i parametri per avere il via libera alla circolazione. Infatti, quando portiamo la nostra auto per la revisione, il meccanico verificherà:

  1. Il funzionamento dei freni;
  2. L’impianto elettrico;
  3. L’usura degli pneumatici e delle sospensioni;
  4. La funzionalità dei fari;
  5. L’integrità del telaio;
  6. Lo sterzo e la convergenza;
  7. E alla fine anche tutti gli equipaggiamenti omologati presenti in auto.

Una volta terminati i controlli, si passa a verificare le emissioni dei gas di scarico e le emissioni di rumori per accertarne i limiti di Legge.

Quando va fatta la revisione auto?

Le revisioni hanno scadenza di due anni, dalla seconda e per tutti i veicoli acquistati di seconda mano, mentre per quanto riguarda i veicoli nuovi, la prima revisione dopo 4 anni dall’immatricolazione. Abbiamo, però delle eccezioni, infatti, per determinati veicoli la revisione è obbligatoria ogni anno:

  • Veicoli con massa superiore ai 3.500 chili
  • Taxi
  • Veicoli adibiti al noleggio con conducente
  • Autobus
  • Ambulanze
  • Auto d’epoca

Sappiamo bene che il più delle volte è possibile rischiare di dimenticarsi la scadenza della revisione, mettendoci a rischio di pesanti sanzioni amministrative in caso di controllo da parte delle autorità, oltre al rischio in caso di sinistro di dovere pagare di tasca propria i danni. Le multe partono da un minimo di 155 euro fino a un massimo di 625 euro con il rischio di fermo amministrativo del veicolo. Quindi dove possiamo controllare la scadenza della revisione?

La prima cosa da fare è quella di controllare sul retro del libretto di circolazione e cercare il talloncino con la scritta ‘Esito regolare’ che riporterà l’ultima data di revisione.

Oppure è possibile controllare attraverso il sito ‘Il Portale dell’Automobilista’. In questo caso abbiamo due possibilità: con o senza registrazione. Senza registrazione, basterà inserire la targa e il modello del proprio veicolo nell’apposita sezione. Mentre con la registrazione, sarete avvisati tramite email.

Ultima modifica: 4 Marzo 2021