Come prepararsi alla revisione auto

1381 0
1381 0

La revisione dell’auto è il monitoraggio del mezzo di circolazione che ne verifica il corretto funzionamento meccanico. Si tratta di un obbligo previsto dalla legge per garantire la sicurezza del conducente e di tutti gli altri automobilisti in circolazione sulle strade. Scopriamo in questo articolo come si può preparare la propria vettura in vista dell’esame di revisione auto per evitare spiacevoli sorprese.

Come funziona la revisione auto

La revisione auto è un controllo obbligatorio previsto dalla legge del funzionamento sicuro e corretto dell’automobile presso un’officina specializzata. L’obbligo è dettato dal fatto che ogni veicolo rappresenta un determinato livello di pericolo quando è in circolazione ed è, quindi, opportuno effettuare dei controlli che garantiscano il corretto meccanismo delle varie componenti per assicurare una circolazione sulle strade più sicura.

In genere, per tutti i mezzi nuovi la revisione deve essere effettuata a distanza di 4 anni rispetto al mese della prima immatricolazione riportata nel libretto di circolazione. Nel periodo successivo, la cadenza dei controlli è biennale. L’esame prende in considerazione tutto l’apparato meccanico della vettura, ma in particolare vengono controllati il motore, gli pneumatici, l’impianto di scarico, la carrozzeria, la visibilità, i freni, l’abitacolo e l’illuminazione.

Se l’esito della revisione risulta negativo, l’auto in esame potrà continuare a circolare per un mese, il tempo necessario per sistemare le anomalie segnalate dall’officina. Dopodichè si potrà effettuare un nuovo controllo.

I controlli da fare prima della revisione auto

Per preparare la propria auto prima della revisione, è consigliabile adottare l’abitudine di effettuare alcuni piccoli controlli. Sono previste, infatti, aspre sanzioni amministrative per chi circola senza una revisione valida: le multe vanno dai 1.998 ai 7.993 euro e a chiunque circoli con un’attestazione di revisione falsa può essere ritirata la carta di circolazione.

Il primo elemento da esaminare è la targa: non deve essere rotta, modificata o rovinata. Successivamente, è utilissimo fare un controllo completo di tutti i fluidi del veicolo, tra cui il liquido dei freni, il liquido di raffreddamento e quello lavavetri.
Per effettuare un check della visibilità, basta assicurarsi che non ci siano grossi urti sul parabrezza anteriore o posteriore e che gli specchietti, i tergicristalli e le luci siano funzionanti. Dopodiché, si può procedere a controllare lo stato degli pneumatici e della carrozzeria. Infine, è bene esaminare anche gli ambienti interni, controllando che non ci siano pezzi di lamiera pericolosi e che sedici, cinture ed airbag funzionino correttamente.

Ultima modifica: 23 Agosto 2022