Comandi vocali auto: quali sono le ricerche più frequenti

5569 0
5569 0

Parlare con la propria auto non è più un sogno avveniristico del secolo scorso. E’ già da qualche anno che l’implementazione tra smartphone e auto ha reso i comandi vocali auto una realtà ben diffusa.

E da un po’ di tempo, con l’introduzione di sistemi di controllo più avanzati, alle normali funzioni di comunicazione, si aggiungono anche altre possibilità, per attivare comandi che prima erano solo manuali. E come sempre in questi casi si può stilare una classifica dei comandi vocali auto più utilizzati.

Apple Vs Android per i comandi vocali auto

Più semplice svelare le preferenze degli automobilisti, nel lasciarsi “trasportare”, per chi utilizza Android Auto, rispetto a chi fa affidamento su Apple CarPlay. Sono due sistemi ugualmente affidabili, ma la casa della Mela è meno propensa a condividere informazioni. E’ anche una politica aziendale che ha determinato il successo dei sistemi legati al mondo Apple: la privacy sopra ogni cosa. Google ha invece meno resistenze alla condivisione di gusti e preferenze, sempre con un occhio alla tutela della privacy.

Android Auto si attiva pronunciando la semplice frase “Ok Google” e da quel momento in poi potete cominciare a chiedere qualunque cosa al vostro assistente auto. Qualunque proprio no: Google ha da sempre una certa idiosincrasia per le parole scurrili, quindi se siete in vena di spiritosaggini, il vostro assistente non vi seguirà. In ogni caso, più dialogherete con il vostro sistema, più sarà semplice nel tempo per lui affinare le ricerche e ricorda le vostre preferenze. Arriverà il giorno in cui troverà da solo quel che cercate con una semplice parola. Basta allenarlo.

Cosa chiediamo più spesso alla nostra auto

Di sicuro la funzione più sfruttata per chi ha la passione per i comandi vocali auto resta l’uso del telefono per comunicare. La ricerca di contatti in rubrica, la lettura di messaggi e la composizione di email o sms o altri instant restano ben salde ai primi posti in una classifica virtuale dei comandi più usati. Del resto l’assistente nasce proprio dallo smartphone.

Lo sviluppo di suite che sostituissero un servizio di segreteria reale ha fatto sì che si aggiungessero anche altre richieste, come per esempio il reminder di un appuntamento: con un comando vocale si consulta l’agenda o si può annotare un appuntamento, senza dover impegnare le mani. C’è anche tanto svago nelle ricerche più frequenti e un posto rilevante è occupato dalla musica. Oggi è possibile trovare una canzone semplicemente pronunciando parte del suo titolo.

Quando si è lontani da casa in auto e si ha un’improvvisa esigenza gastronomica, la ricerca di un ristorante grazie ai comandi vocali auto è in assoluto la più frequente tra gli automobilisti che trascorrono molto tempo in viaggio.

Ultima modifica: 8 Ottobre 2018