Come collegare cavi alla batteria auto

23435 0
23435 0

Almeno una volta nella vita sarà capitato a tutti noi di trovarsi innanzi a quella inesorabile realtà della batteria a terra che non ci permette di avviare la nostra auto.

La batteria scarica è un problema che può verificarsi principalmente perché l’auto ha percorso troppa poca strada per un’efficace ricarica, se sono intervenute troppe e ripetute accensioni del motore (che hanno bisogno di parecchia energia) o in seguito a soste medio lunghe dell’auto (ad esempio in seguito ad una partenza). Il problema può essere risolto in parecchi modi.

Come risolvere il problema

Innanzitutto avere a disposizione uno ‘booster‘, cioè un apparecchio ricaricabile che genera la potenza necessaria a far partire l’auto, può salvare la situazione, ma anche poter collegare la batteria di un’altra auto risolve tempestivamente il problema riguardo all’avvio del motore. In entrambi i casi è necessario saper collegare perfettamente i cavi per scongiurare ulteriori danni alla nostra auto. Vediamo come fare questo semplice ma importante collegamento.

Elemento essenziale ed insostituibile sono i cavetti, generalmente colorati uno di rosso ed uno di nero per un immediato riconoscimento; essi ci permettono di collegare correttamente un’altra batteria o un booster.

Nel caso di un booster basterà semplicemente collegare prima il cavo nero, corrispondente al polo negativo, del booster al polo negativo della batteria dell’auto (importante accertarsi della presenza del segno ‘-‘), poi collegare il cavo rosso, che corrisponde al polo positivo, del booster al polo positivo della batteria dell’auto (segno ‘+’); a questo punto avviare normalmente il motore.

Un’altra auto in nostro soccorso

Nel caso in cui abbiamo a disposizione un’altra auto che ci è venuta in soccorso ad esempio, farla posizionare col il muso vicino alla nostra auto, è importantissimo che l’auto soccorritrice non spenga il motore. Come esposto in precedenza, iniziare a collegare, questa volta attraverso l’utilizzo di cavetti a pinza, il polo negativo dell’auto con la batteria carica con il polo negativo della batteria scarica dell’auto, con molta attenzione (può esserci una leggera scintilla), collegare il polo positivo dell’auto con la batteria carica con quello positivo dell’auto scarica. L’auto soccorritrice a questo punto deve tenere premuto l’acceleratore e far salire di giri il motore (ovviamente in folle e col freno a mano ben saldo!) mentre l’auto in panne avvierà il motore usufruendo della batteria dell’altra auto.

Una batteria semplicemente scarica una volta ri-avviata avrà solamente bisogno di fare un po’ di chilometri per ripristinare un buon livello di energia. Se il problema persiste vuol dire che siamo in presenza di una batteria che ha esaurito il suo ciclo vitale e va sostituita.

Ultima modifica: 26 Aprile 2017