Cerchi in lega, tutto quello che bisogna sapere

253 0
253 0

Chiunque si preoccupi del mantenimento ottimale della propria auto, ha a cuore anche una buona riuscita nella performance degli pneumatici, per cui di seguito si esporrà tutto quello che c’è da sapere sui cerchi in lega.

Cosa sono i cerchi in lega

cerchi in lega sono cerchioni delle ruote in una lega metallica molto leggera. Come dice il nome stesso, un cerchione in lega leggera è appunto costituito da una lega di materiali e non da un unico metallo. Il materiale principale è comunque l’alluminio, che si fonde insieme ad altri metalli per far acquisire le proprietà di leggerezza, ma anche e soprattutto ben precise caratteristiche meccaniche.

La materia prima viene temprata e successivamente invecchiata per conferire maggior resistenza. Per cerchi in lega più performanti è possibile impiegare leghe di magnesio, più leggere fino al 35% rispetto all’alluminio. Il magnesio dona al prodotto grande resistenza agli urti, alle deformazioni e alle vibrazioni. Dopo la selezione del materiale, si passa alla lavorazione vera e propria.

Mediante l’azione della temperatura (circa 25-30 minuti in forno a oltre 700°C) e della pressione, l’alluminio si fonde per poi esser colato nello stampo con differenti metodi. Rispetto ai cerchi in acciaio, quelli in lega sono visivamente ed esteticamente più apprezzabili. In commercio se ne trovano svariati modelli con diverse finiture e verniciature.

Verniciatura cerchi in lega

La verniciatura dei cerchi in lega è un processo industriale, di serie, ma è possibile fare un ‘ritocco’ nel caso in cui piccole parti si presentino rovinate perché il trattamento in toto deve avvenire sicuramente in corso di produzione. Ci si può procurare una bomboletta spray precaricata o uno smalto acrilico di ottima qualità nel caso in cui sia necessario ripristinare piccole mancanze della tinta.

Cerchi in lega: come effettuare le eventuali riparazioni

Qualora i cerchi in lega presentino piccole scalfitture o lesioni, si può procedere alla loro riparazione purché sia effettuata da un saldatore professionista capace di saldare a TIG l’alluminio. Un cerchio in lega lesionato può comprometterne la funzionalità, il che si traduce in maniera diretta nella sua minore sicurezza alla guida, quindi la sua riparazione deve essere effettuata da un tecnico professionista. Se ci sono solo piccole scalfitture (causate, ad esempio, da un urto del cerchio su di un marciapiede) sempre tramite saldatura a TIG, possono essere ‘riempite‘ e successivamente levigate.

Cerchi in lega di seconda mano

Se capita di dover sostituire i propri cerchioni, sarà importante valutare la buona qualità e resistenza di eventuali cerchi in lega usati. I cerchi in lega, a differenza di quelli in acciaio, subiscono fortemente il fenomeno dell’ovalizzazione, poiché si deformano facilmente quando si percorrono tratti stradali sconnessi. Da quanto sopra emerge che è importante per la stessa sicurezza sulla strada, un controllo accurato della forma rotonda dei cerchi usati che si vogliono acquistare.

Cerchi in lega: come fare la scelta

I cerchi in lega sono un accessorio essenziale ed indispensabile per esaltare stile e design di un’auto, ma sono importanti anche per la sicurezza. I cerchioni in lega, infatti, garantiscono maggiore stabilità e leggerezza alla vettura, in particolare in fase di frenata e di accelerazione. È bene comunque non fidarsi di offerte e prezzi economici, in quanto più basso è il prezzo, più potrebbe essere scarsa la qualità dei materiali.

Cerchi in lega

Differenze fra cerchi in lega e in acciaio

Se si devono comprare e montare dei nuovi cerchioni sulle gomme della propria auto, è importante conoscere la differenza tra cerchi in lega e in acciaio. Qualora non si fosse ancora capito da quanto detto sopra, i cerchi in lega sono più leggeri di quelli tradizionali in acciaio, ma non solo, facilitano anche la ventilazione dei freni a disco che, soprattutto in estate, tendono al surriscaldamento. I cerchi in lega sono più costosi di quelli in acciaio e più vulnerabili agli urti. I cerchioni in acciaio, invece, oltre al costo più contenuto, resistono alle basse temperature, soprattutto in inverno. Sono anche più semplici da riparare, soprattutto in caso di urti violenti.

Tipologie di cerchi in lega

Esistono diverse tipologie di cerchi in lega, i più diffusi sono quelli con diametro 15″ e 17″. Si precisa però che le dimensioni partono dai 12 pollici, fino ad arrivare ai 23 pollici per le auto di grandi dimensioni. I cerchi in lega si possono acquistare presso le numerose rivendite, ma anche online e ne esistono di vari marchi. Quando si decide di acquistare dei cerchi in lega, bisogna valutare la provenienza del prodotto, perché un elemento di scarsa qualità può danneggiare l’efficienza e la sicurezza dell’automobile.

Meglio orientarsi sui più famosi produttori mondiali, che possono garantire sempre la migliore qualità sia in campo estetico, sia per quanto riguarda la sicurezza. I cerchi in lega hanno un costo importante, quindi prima di acquistarne di nuovi, è bene valutare accuratamente tutte le opzioni, nonché il rapporto qualità/prezzo. Una cosa molto importante da ricordare è che bisogna leggere con attenzione il libretto di circolazione per conoscere le misure dei cerchioni. Alla dicitura “pneumatici” sono indicate le misure degli stessi, l’indice di carico e il codice di velocità.

Se, ad esempio, si trova scritto “Pneumatici: 245/45 R17 91 V” significa che la larghezza dei tuoi pneumatici sarà di 245 mm, 45 è l’altezza del profilo data in percentuale, la R indica che si tratta di un prodotto radiale, e il numero seguente che il diametro del cerchio è di 17 pollici. Esistono tabelle di equivalenza consultabili sul web fra la grandezza degli pneumatici e il diametro dei cerchioni e si può sicuramente chiedere consiglio ai rivenditori anche dopo aver letto le informazioni contenute nel libretto

È possibile consultare la tabella di equivalenza cerchi/pneumatici, utile per determinare la dimensione dei propri pneumatici in funzione della larghezza dei rispettivi cerchi. In ogni caso è bene farsi sempre consigliare da esperti del settore ed evitare il “fati da te” per non incorrere in brutte sorprese che possano perfino pregiudicare la sicurezza e la tenuta della strada, e per evitare quindi di mettere in pericolo il conducente e i suoi passeggeri.

Ultima modifica: 13 maggio 2021