Cerchi in lega: come rimuovere i graffi

125005 0
125005 0

Cerchi in lega graffiati? Può capitare più spesso di quanto si pensi e a seconda del grado di profondità del graffio sul cerchio in lega, si può procedere con diversi metodi e strumenti che occorre avere a portata di mano. Segui le istruzioni e vedrai come ritorneranno nuovi i tuoi cerchi in lega.

Come sono fatti cerchi in lega

Cerchi in lega graffiati? Si può confidare in un non intervento di un carrozziere? Certamente, non ci sono problemi, ricorri al metodo del fai da te e se, non vuoi eccedere il tuo budget, segui questa semplice e veloce guida per fare ritornare come nuovi i tuoi cerchi in lega.
Basta una quarantina di euro per “”rimettere” a posto i propri cerchi di lega, a meno che i graffi non siano veramente profondi. Occorre una buona dose di pazienza e di grande manualità tecnica per rimettere a nuovo i cerchioni rovinati da una manovra sbagliata o per altre cause esogene che ne hanno cagionato il graffio.
Ma come sono fatti i cerchi in lega? I cerchi in lega sono molto reclamizzati e pubblicizzati negli spot pubblicitari di gomme e auto. In effetti, sono i migliori cerchi di pregio che si possono acquistare insieme al pneumatico.
Di qui, la rilevanza commerciale nel comunicare che si sta acquistando un’auto con i cerchi in lega, specie se si tratta di un’auto di fascia medio-alta che li montano di serie.
Mentre le utilitarie montano i cerchi in ferro, se si vogliono cambiare occorre pagare un “plus” per procedere con la sostituzione del cerchio in lega. Questo “differenziale” che deve essere pagato dai clienti guidatori è giustificato dalla qualità del prodotto che si monta sul veicolo?
Vediamo allora cosa e come sono fatti i cerchi in lega da montare sulle migliori auto. Realizzati in lega metallica di alluminio, molto resistente, i cerchioni sono anche molto leggeri.
Rispetto ai cerchi in ferro, i cerchi in lega si “prestano” maggiormente ad un design stilistico molto più moderno, grintoso ed armosioso.
Proprio la peculiarità dell’alluminio è quella di essere duttile, versatile ed estremamente malleabile dal punto di vista estetico. Ecco perchè i cerchi in lega vengono montati su un’auto di lusso e sulle sportive di classe, del calibro di BMW, Mercedes, Audi, Ferrari, Lamborghini, Porsche etc.
Oltre alla duttilità, i cerchi in lega sono anche estremamente resistenti, sopportano le vibrazioni e gli stress, senza cagionare problemi durante la guida in strada e, soprattutto, in autostrada.
Dunque, i cerchi in lega consentono al veicolo di muoversi senza oscillazioni, vibrazioni, con maggiore affidabilità e garantire una guida più sicura e confortevole.
Funzionalità e piacevolezza estetica e stilistica sono i fattori distintivi dei cerchi in lega; per questo vengono montati sulle auto di grossa cilindrata, sulle sportive di lusso e sulle berlina top quality.
Per le elevate performance, i cerchi in lega garantiscono maggiore ricambio di aria ai dischi del freno e rischiano meno di surriscaldarsi.
Da questi dettaglio funzionali ed estetici si capisce che i cerchi in lega hanno un prezzo maggiore e giustificato rispetto a quelli in ferro, montati sulle utilitarie e le auto a bassa cilindrata.

Come sceglierli

Per scegliere i cerchi in lega perfetti la propria auto, dal punto di vista tecnico e funzionale, occorre tenere in considerazione la tabella di equivalenza che  consente di mettere in rapporto la larghezza del cerchione e la larghezza del battistrada; ovviamente, poi, è necessario sapere leggere le marcature.
Le marcature sono tutte le informazioni rilevanti redatte sul fianco del pneumatico (larghezza nominale della sezione ruota in mm, serie del pneumatico, struttura, diametro in pollici, l’indice di carico, categoria di velocità).
Oltre i dettagli e parametri tecnici, occorre tenere in considerazione anche i fattori estetici. Questo è davvero importante se si vanno a montare su pneumatici di auto di lusso (sportive e/o berlina).
In commercio ne possiamo trovare davvero di tantissimi stili estetici, basti pensare alle auto di lusso che montano varie tipologie di cerchi in lega, a seconda del modello scelto dall’acquirente.

Come pulirli

Ovviamente occorre mantenere la propria auto di lusso bella pulita e lustrata: per fare una bella figura e per “sfrecciare”, occorre pulire i cerchi in lega in maniera adeguata.
La buona manutenzione aiuta a migliorare lo stato di conservazione del veicolo e a ritardare l’usura ed il momento di sostituzione.
Contrariamente a quanto si possa pensare, pulire i cerchi in lega è un’operazione molto semplice da eseguire e non richiede assolutamente l’intervento esterno.
Basta sciacquare i cerchi con acqua per eliminare i residui di sporco (fango, polvere), lavare con l’ausilio di una spugnetta insaponata non abrasiva i cerchioni, evita sempre l’uso di prodotti chimici con componenti acide.
Lava attentamente tutte le fessure e l’interno dei cerchi in lega, risciacqua con l’ausilio di una manichetta di acqua e asciuga i cerchioni con un panno asciutto in pelle di daino (molto morbida). Infine, applica uno strato di cera protettiva che preservi la superficie dei cerchioni in lega e consenta di ridurre il rischio di abrasioni e di depositi di polveri e terriccio.

Come rimuovere i graffi

I cerchioni in lega, sebbene siano più belli dal punto di vista stilistico e di raffinatezza estetica, sono anche molto più delicati, per cui occorre prestare molta attenzione durante la guida e nelle manovre di parcheggio.
La struttura leggera e duttile in alluminio comporta un maggiore rischio di abrasioni e graffi: si pensi anche ai sassolini che possono sollevarsi dall’asfalto quando l’auto “sfreccia” a velocità sostenuta.
Capita di andare ad infossarsi in una buca o quando altri automobilisti a bordo delle loro auto possano arrecare danni alla nostra.
Come fare in caso di graffi? Bisogna distinguere i graffi lievi da quelli che, invece, sono molto profondi. Tuttavia, circolare con i cerchioni in lega graffiati, a bordo di una bella vettura di lusso, non è di certo carino e, quindi, si deve immediatamente “correre ai ripari”.
Prima di procedere con la risolutiva sostituzione dei cerchi in lega, occorre tentare di risolvere i graffi con il metodo del “fai da te”.
Se il graffio non è troppo profondo, ti puoi munire di carta vetrata non troppo abrasiva, onde evitare di peggiorare ulteriormente la situazione.
Appurato che il graffio è lieve e superficiale, comincia a passare con cautela carta vetrata sul cerchione in lega, vedrai che la situazione sembra “precipitare”, non ti preoccupare è il primo step di preparazione alla successiva fase della verniciatura.
Prima di procedere con la verniciatura, si consiglia di coprire con del giornale il pneumatico e la restante struttura in metallo, per evitare di spruzzare la stessa vernice.
Si consiglia di scegliere un primer per i metalli (acquistabile presso un qualsiasi ferramenta) prima di procedere con la spruzzatura della vernice in bomboletta.
Una volta proceduto con una prima verniciatura, si consiglia di lasciare asciugare e verificare se il graffio è “sparito”; nel caso in cui sia ancora lievemente visibile, occorre procedere con una seconda applicazione di verniciatura.
Lasciare asciugare bene e controllare la riuscita dell’operazione. Se il graffio è talmente profondo e non risanabile, occorre sostituire il cerchione in lega.

Ultima modifica: 3 Agosto 2017