La catena motorino migliore per proteggerlo dai furti

2280 0
2280 0

Vedersi rubare l’amato motorino o il costoso scooter è un incubo che agita i sonni di tanti e, purtroppo, non solo gli incubi. Per difendere il proprio mezzo a due ruote esistono in commercio svariate tipologie di dispositivi finalizzati allo scopo. Frequente è il ricorso alle nuove tecnologie che sfruttano ad esempio elementi sonori o congegni elettronici collegati ad allarmi. Ma ancora oggi che le innovazioni si rincorrono veloci, uno dei sistemi più diffuso e apprezzato è la tradizionale, intramontabile catena da motorino. Vediamo qual è dunque la catena motorino migliore.

Diffusa e soprattutto efficace. Perché il grado di protezione sia elevato occorre però tenere presenti alcuni fattori che incidono sulla scelta dell’oggetto da acquistare. Il classico blocca – disco ha alcuni vantaggi che lo fanno preferire ad altri accorgimenti anti furto. E’ facile da applicare trattandosi in definitiva di una semplice sequenza di anelli metallici che può essere ancorata a un qualsiasi supporto fisso. Presente sempre a bordo e dunque senza alcun rischio di dimenticanza, è perdipiù poco costoso. Chiaramente il prezzo non deve essere l’unica variabile da considerare al momento dell’acquisto se si vuole fare una scelta davvero utile.

Fondamentale è il ruolo giocato dal materiale della catena. Chiaramente il metallo è imprescindibile ma non può essere una qualsiasi lega metallica. E’ consigliabile optare per prodotti ad elevata percentuale di acciaio al magnesio o di nichel cromo che riescono ad abbinare tenacia e maneggevolezza. Ma i ladri di motorini purtroppo hanno imparato da ben prima di noi i pregi di tali materiali e anche come vincerne la resistenza. È opportuno pertanto quando entriamo in un negozio chiedere anche che la futura nostra catena sia stata sottoposta a processi di tempri e cementazione.

Evidentemente incide molto il diametro dell’oggetto, ovvero lo spessore degli anelli che renderanno la vita difficile ai malintenzionati armati di tronchese. Da valutare inoltre la tipologia costruttiva. Non basta che la catena sia stata realizzata in materiale resistente e con le giuste dimensioni. Anche la forma è sostanza: è bene puntare su modelli ellittici o esagonali ad esempio piuttosto che perfettamente lineari così da complicare il lavoro dei malviventi. Molto utile e semplice anche il ricorso alle varianti che presentano supporti tra un anello e l’altro, così da non lasciare spazio alle cesoie.

Considerate poi anche la lunghezza dell’oggetto che per essere funzionale all’utilizzo in qualsiasi condizione anche in città non deve essere inferiore al metro e mezzo.

In definitiva: qual è la catena motorino migliore per proteggerlo dai furti? La scelta ovviamente è lasciata alle preferenze individuali. Noi però vi suggeriamo una catena in acciaio cementato con guaina in materiale anti-taglio.

Ultima modifica: 16 Settembre 2019