Buche stradali: come chiedere risarcimento

5010 0
5010 0

Strade dissestate e piene di buche: ecco come possono tutelare i pedoni e i guidatori per richiedere il risarcimento al Comune

Non è molto difficile circolare per le strade urbane delle città e scorgere i profondi “crateri” e buche che si aprono sui marciapiedi, nell’asfalto e nelle stradine private che collegano le arterie urbane ai complessi residenziali, i tombini alzati, strade disconnesse, etc.

E’ una vera vergogna: il deturpamento del “volto” della città ha ripercussioni non sono estetiche per il decoro urbano ma, soprattutto, per la funzionalità e la corretta circolazione lungo le arterie e le strade delle città italiane.

Il problema delle “buche” nell’asfalto cittadino “investe” tutti i capoluoghi delle varie regioni italiane. Non è un problema che riguarda solo il Nord, il Centro, il Meridione o le Isole ma, riguarda tutte le metropoli, non solo quelle italiane.

Perché questo deturpamento della circolazione stradale urbana? Colpa dei Comuni? Dopo tutto con quello che le amministrazioni comunali incassano dai cittadini contribuenti, ci si dovrebbe attendere una maggiore attenzione sulla buona e corretta manutenzione della vita cittadina, eppure, non è così. Il susseguirsi continuo del potere comunale di varie Giunte, Consigli e Sindaci, il problema è sempre lo stesso; anzi, si accentua sempre di più.

Il problema dei dissesti sugli asfalti delle strade urbane e delle buche che contraddistinguono il manto stradale non sono solo esteticamente negativi, ma mettono a rischio, soprattutto, l’incolumità di pedoni, degli automobilisti e dei conducenti di scooter e motorini.

Tutto questo accade dinanzi agli occhi del Comune che rimane impassibile, silente ma comunque, proprietario e responsabile in prima persona della manutenzione della strada.

In caso di incidente, che fare? Nel caso in cui una di queste “buche” sul manto stradale provochi un incidente, occorrerà intraprendere subito l’iter per fare richiesta di risarcimento del danno cagionato al Comune stesso.

Come si deve procedere? Occorre richiedere l’immediato intervento della polizia municipale o dei carabinieri, in modo tale da denunciare, mediante fatti concreti e dati oggettivi, l’evento.

Occorre rilevare e verificare adeguatamente sul luogo dell’incidente le condizioni del manto stradale e verbalizzare l’esistenza del “cratere” nella strada; a supporto di ciò, i poliziotti allegheranno al verbale le foto della strada dissestata prima che il Comune proceda a fare intervenire ditte responsabili per procedere con la manutenzione e la riparazione del danno.

E’ possibile che siano coinvolti ed intervistati testimoni che, al momento dell’accaduto, hanno visto la dinamica dell’incidente e possono accertare e sostenere i fatti concreti, riportandoli sul verbale.

Nel caso in cui l’incidentato abbia riportato lesioni fisiche, occorrerà fare intervenire sul luogo dell’incidente un’ambulanza oppure si dovrà recare immediatamente al Pronto Soccorso per controllare la ferita e per stillare un referto medico, da allegare alla documentazione per procedere con il perfezionamento della richiesta di risarcimento dei danni all’ente comunale.

Ultima modifica: 19 Luglio 2017