Auto storiche: come ottenere una licenza di regolarità

12918 0
12918 0

Il documento d’identità di un’auto storica è la fiche per regolarità rilasciata da ACI Sport. Si tratta di una licenza di natura sportiva e serve a identificare le vetture che partecipano a gare di regolarità auto storiche. La cosiddetta fiche è indispensabile per l’iscrizione alle competizioni. Serve soprattutto in fase di controllo pre-gara. Non è sufficiente come garanzia di autenticità. Gli enti ACI-CSAI possono ritirare le licenze in qualsiasi momento, qualora vengano meno i requisiti richiesti.

Cos’è una licenza di regolarità per auto storiche

Possono essere definite auto d’epoca, e quindi ottenere la relativa fiche d’identità rilasciata dall’ACI, le vetture storiche prodotte entro l’anno 1982. Il proprietario deve autocertificare la conformità della sua vettura. Principalmente, si tratta di dimostrare che l’automobile è equipaggiata con pneumatici omologati. Inoltre, anche grazie a documentazione fotografica, bisogna che il veicolo si trova ancora oggi nella propria configurazione originaria. Ciò significa che l’auto storica è sostanzialmente nelle medesime condizioni previste a suo tempo dal costruttore per utilizzo su strada. Ciò spiega perché vengano omologati anche accessori diventati anch’essi storici, proprio perché già forniti dai costruttori stessi.

Come ottenere licenza di regolarità per auto storiche

Per ottenere una licenza di regolarità per auto storiche occorrono alcuni documenti. Nel caso di una vettura immatricolata, tutto inizia presentando copia del libretto di circolazione o di altro documento da cui si evinca l’anno di costruzione. Per  quanto riguarda la proprietà della vettura, essa può essere dimostrata anche grazie all’estratto cronologico. Serve anche essere in possesso della licenza sportiva ACI-CSAI o almeno di un attestato provvisorio. In questa fase, occorre mettere in conto una spesa almeno tra i 100 e i 150€. Con la procedura informatizzata si risparmia tempo, ma i diritti amministrativi sono i medesimi.

A chi rivolgersi per ottenere licenza di regolarità

Come già detto, l’ente preposto al rilascio delle licenze di regolarità per auto storiche è l’ACI-CSAI. I tempi, non sono immediati, anche perché occorre contare i giorni necessari per le necessarie verifiche. In ogni caso, di norma, la fiche viene rilasciata in un tempo che varia tra un minimo di 30 e un massimo di 60 giorni. Questa nuova “carta d’identità” per le auto d’epoca è valida per tutte le gare nazionali di regolarità iscritte nel calendario ufficiale ACI-CSAI.

Vale anche per le manifestazioni internazionali iscritte a calendario FIA. Naturalmente anche quelle organizzate all’estero. Anche l’equipaggio dev’essere munito di un’apposita licenza. Quella da pilota (in termini tecnici il conduttore) che è diversa da quella di concorrente, ovvero di colui che iscrive la vettura. Vi sono poi altre licenze, ognuna per gli altri attori del mondo delle gare, come ad esempio il costruttore, l’organizzatore o l’ufficiale di gara. Tutte queste licenze devono essere richieste presso la sede provinciale gli Uffici Sportivi dei vari Automobile Club.

Ultima modifica: 29 Novembre 2017