Auto con pubblicità: scopri come averla e chi contattare

68894 0
68894 0

Auto con pubblicità: chiunque, ormai, le ha viste circolare sulle strade italiane. Rientrano nel servizio meglio conosciuto come ‘carvertising‘, termine inglese che deriva da ‘car’, automobile, e ‘advertising’, pubblicità. Tale servizio consente di poter avere a disposizione, in modo quasi del tutto gratuito, un’automobile in cambio dell’applicazione di sponsor pubblicitari (tecnica denominata ‘wrapping’) sulla carrozzeria del veicolo. Il concessionario dove si ritirerà l’automobile, o lo sponsor stesso, posizioneranno sul veicolo, infatti, pellicole con immagini e scritte rimovibili allo scopo di farle notare a pedoni ed automobilisti sia con la vettura in movimento sia quando è parcheggiata all’aperto.

Come fare per ottenere un’auto con pubblicità

Innanzitutto, tenete presente come vi siano molte richieste in tal senso e, pertanto, non è scontato che la vostra richiesta venga evasa. Per provare ad avere un’auto con pubblicità, però, basta informarsi un po’ su internet e si scoprirà l’esistenza di molti portali che offrono questo servizio: dal concessionario di fiducia, poi, si potranno ottenere più informazioni su termini e condizioni da rispettare. In linea generale, però, funziona così: clienti privati, clienti business, aziende e/o professionisti possono accedere al servizio scegliendo un’automobile tra la marche della gamma messa a disposizione dal sito web a cui avete fatto riferimento. Si può scegliere anche un’automobile differente: unico vincolo è che la carrozzeria deve necessariamente essere bianca. Si versa una piccola quota d’ingresso a chi offre il servizio per istruire la pratica e saldare il servizio di ‘wrapping’, e, a quel punto, il gioco è fatto. L’azienda che offre il servizio di ‘carvertising’, se vedrà rispettate le condizioni, provvederà a rimborsare al cliente, ogni mese, la rata di una CityCar: quindi, qualora si sia scelto un modello di macchina non propriamente ‘top level’, c’è la concreta possibilità, in sostanza, di ritrovarsi, alla fine del contratto di ‘carvertising’ (dai 36 ai 60 mesi), un’automobile nuova, di proprietà, a costo quasi zero.

Auto con pubblicità, le condizioni contrattuali

L’azienda che offre il servizio di auto con pubblicità, ovviamente, per concedere al cliente di poter ottenere l’automobile prediletta a rata (quasi) azzerata chiede l’osservanza di alcuni condizioni contrattuali. Nel caso in cui queste non fossero attese, l’azienda sospenderebbe il rimborso della rata di una CityCar finché il cliente non regolarizza la propria posizione. In primis, bisogna circolare quotidianamente con la propria automobile o, in caso di parcheggio, questo deve avvenire in luoghi dove l’automobile sia ben visibile alle persone; bisogna circolare spesso su strada, e percorrere dai 900 ai 1500 km al mese; ogni settimana bisogna condividere sui social network almeno 4 foto dell’automobile in diverse situazioni e, quando richiesto, bisogna recarsi presso i centri di ‘wrapping’ per rinnovare le affissioni pubblicitarie sul veicolo.

Ultima modifica: 13 Ottobre 2017