Tagliando auto: quando, come farlo e quanto costa

3711 0
3711 0

Scopriamo insieme le modalità con cui è necessario fare il tagliando automobile, oltre ai costi previsti per tale operazione

Il tagliando dell’auto corrisponde al cosiddetto “check up” che ciascun veicolo deve necessariamente sostenere con una discreta frequenza, al fine di tenere sotto controllo gli standard di sicurezza e lo stato di salute dell’auto stessa. Lo scopo fondamentale è quello di prevenire eventuali deterioramenti di alcune parti del motore, che di conseguenza possono compromettere la sicurezza dell’automobilista causando ad esempio malfunzionamenti.

Cosa viene controllato

Solitamente il secondo ed il terzo tagliando di ciascuna auto sono quelli più approfonditi. Generalmente possiamo dire che è necessario cambiare olio e filtri ogni anno oppure ogni 20000 chilometri, ad eccezione del filtro gasolio che ha una durata maggiore. Per ogni tagliando va regolarmente controllata la pressione degli pneumatici, lo stato di usura dei freni, il funzionamento delle luci esterne, le sospensioni, il livello dei liquidi ed eventuali perdite del motore. In alcuni casi è presente addirittura una centralina a bordo dell’auto che indica il momento in cui è necessario effettuare il tagliando.

A chi rivolgersi

Se fino ad alcuni anni fa era obbligatorio effettuare il tagliando presso un’officina ufficiale della casa auto, con il decreto Monti risalente al 2002 (oggi divenuto regolamento Unione Europea, ndr) ci si può rivolgere anche presso un’officina indipendente ma regolarmente autorizzata a compiere tale operazione: in questo modo la garanzia dell’auto non decade a patto che l’autoriparatore si attenga agli intervalli di manutenzione che è prevista dalla casa auto.

Costo del tagliando

Per quanto riguarda il costo relativo al tagliando dell’auto, è praticamente impossibile fornire precise indicazioni sul prezzo del medesimo dal momento che esistono numerose variabili da tenere in considerazione. Pertanto si può partire da una cifra vicina ai 150 euro fino a raggiungere somme più elevate, addirittura oltre i 1000 euro; tuttavia sono nati recentemente servizi come per esempio www.officineriparti.it, che consentono all’automobilista di risparmiare rivolgendosi a professionisti affidabili che utilizzano solo materiali di prima scelta.

 

Ultima modifica: 29 Marzo 2017