10 borghi italiani da visitare in roulotte

2467 0
2467 0

L’estate è alle porte e voi non vedete l’ora di mettervi in viaggio, armi, bagagli e famiglia, con la vostra bella roulotte nuova.
Solo che al momento non sapete proprio dove andare. In questo nostro meraviglioso paese sono così tante e così belle le possibili mete che è difficile scegliere e così si rischia di perdere tempo a causa dell’incertezza. Infatti il Touring Club italiano elenca ben 239 borghi certificati per le loro caratteristiche ambientali e ricettive che certamente vale la pena di visitare

Borghi da non perdere, raggiungibili in roulotte

Qui di seguito vi diamo alcune dritte che forse potranno esservi utili, o comunque di ispirazione, se ancora non avete deciso dove puntare per quest’estate.

  • Cherasco: Se vi va di fare un giro dalle parti del cuneese, vi consigliamo una puntata a Cherasco, che forse tra i borghi della Langa è uno dei meno noti: le stupefacenti colline tutte ricamate a vigneti da sole valgono il viaggio.
  • Pizzighettone (Cremona): Qui siamo davanti a una delle più belle “città murate” della Lombardia. La città è solcata dall’Adda, in riva al quale sorge un notevole esempio di parco fluviale protetto. La città è ottimamente conservata e già che ci siete potete approfittarne per un’emozionante crociera sul fiume. Sul fronte culinario, consigliamo i “fasulin de l’oc”, ovvero i fagioli dell’occhio.
  • Castelnuovo di Magra (La Spezia): siamo al confine tra Liguria e Toscana. Borgo antico dotato di vista panoramica dal monte Bastione, da cui si può spaziare con lo sguardo fin sulla costa ligure. Nei pressi è da visitare il castello dei Vescovi Conti di Luni.
  • Ala (Trento): La provincia di Trento è un paradiso per chi viaggia in roulotte o in camper. Pullula infatti di aree attrezzate e ben tenute e come potete immaginare i panorami sono mozzafiato. Tra i borghi più ospitali c’è Ala, città di antica origine nota soprattutto per l’arte della tessitura dei velluti. Molto bello il centro storico in stile barocco.
  • Fontanellato: Qua siamo tra Parma e Piacenza, “tra la via Emilia e il west”. Fontanellato è un bellissimo borgo in cui vale la pena visitare la Rocca Sanvitale e il Labirinto della Masone. Se ci fate un salto, non dimenticate di provare il lambrusco.
  • Serra San Quirico (Ancona): Bella la città e bello anche il parco regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. Se siete da queste parti, tanto vale fare un salto nelle grotte omonime.
  • Pitigliano: Siamo nella bassa Maremma, Tuscia, ai piedi dell’Amiata. Panorama fantastico. Imperdibili le “vie degli etruschi”.
  • San Donato di Val di Comino (Frosinone): Paese medievale molto ben conservato, vi si possono ammirare, tra l’altro, magnifici portoni con eleganti chiavi di volta. Siamo nel Parco nazionale d’Abruzzo. Se vi va, qui il trekking è quasi d’obbligo.
  • Sant’Agata dei Goti (Benevento): A picco su uno scenografico sperone di tufo, Sant’Agata è stata spesso usata come set cinematografico, tanto vi basti.
  • Cisternino (Brindisi): Vale la pena anche solo perché ospita la più lunga pista ciclabile in Europa realizzata su un acquedotto.

Ultima modifica: 23 Maggio 2019