Volkswagen farà test di self drive con passeggeri a Monaco

952 0
952 0

Test di guida autonoma con passeggeri, Volkswagen ha scelto Monaco di Baviera. Per la precisione la divisione Veicoli Commerciali del Gruppo sta potenziando lo sviluppo di veicoli a guida autonoma per l’uso nei servizi di mobilità .

Sulla strada verso la produzione di serie, il van elettrico a guida autonoma Volkswagen ID. Buzz AD (acronimo di Autonomous Driving) è stato testato per la prima volta in queste settimane a Monaco di Baviera, facendo viaggiare  rappresentanti del governo, autorità pubbliche e del mondo degli affari, nonché rappresentanti dei media, che si stanno facendo un’idea delle capacità di controllo del veicolo.

Il programma di test Volkswagen è stato lanciato in parallelo anche ad Austin, Texas, USA. Il processo di sviluppo del veicolo AD è focalizzato sull’uso commerciale nei centri urbani in Europa e Nord America, sia per il servizio di ridesharing che per servizi di trasporto.

Le parole di Christian Senger, membro del Consiglio di Amministrazione e Responsabile dello sviluppo della guida autonoma presso Volkswagen Veicoli Commerciali:

L’espansione del nostro programma di sviluppo di veicoli a guida autonoma in Nord America è il prossimo passo nella nostra roadmap strategica globale e il risultato di un investimento a lungo termine.Questo ci aiuterà a testare, convalidare e perfezionare la tecnologia anche sulle strade americane“.

L’obiettivo è quello di ampliare la gamma di servizi per il trasporto commerciale e soddisfare il variegato portafoglio di mobilità del Gruppo.

I veicoli completamente elettrici ID. Buzz AD offrono una tecnologia da produzione di serie a cui viene aggiunto un sistema di guida autonoma della società Mobileye.

Leggi ora: VW ID.Buzz, la prova di QN Motori

La crescente flotta di veicoli in test raccoglie dati sulle miglia percorse memorizzando una varietà di scenari di guida. Ciascuno dei veicoli, che sono classificati come veicoli di livello 4 secondo lo standard SAE, è dotato di telecamere, radar e tecnologia lidar. Durante la fase di test, tutti gli ID. Buzz AD sono sempre presidiati da autisti. Il veicolo offre spazio per quattro passeggeri e una volta pronto per la produzione di serie potrà soddisfare le crescenti esigenze di mobilità e trasporto.

Volkswagen conosce bene le necessità dei passeggeri e degli operatori economici – un aspetto importante per lo sviluppo di questo tipo di flotte di veicoli. MOIA, la una delle aziende controllate del Gruppo, è presente sul mercato come fornitore di servizi di mobilità di ridesharing dal 2019 e ha trasportato oltre 8,5 milioni di passeggeri fino ad oggi. MOIA contribuisce anche con i suoi dati al lavoro di sviluppo quotidiano.

Il lancio del programma di test in Texas presso la Volkswagen Group of America (VWGoA) segna un ulteriore impulso per la ricerca e lo sviluppo globale di veicoli autonomi del Gruppo Volkswagen. VWGoA guiderà la strategia e lo sviluppo del business negli Stati Uniti e ha istituito una filiale chiamata Volkswagen ADMT, LLC per supportare il lancio del suo programma di veicoli autonomi a Belmont, California e Austin, Texas.

A differenza della Germania, dove MOIA sarà la prima a utilizzare veicoli a guida autonoma, Volkswagen non gestirà servizi di guida autonoma negli Stati Uniti in futuro. Questo sarà fatto da società esterne del settore della mobilità e dei trasporti. Paese che vai, usanza che trovi.

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 19 Luglio 2023