Uber riprende i test di guida autonoma dopo l’incidente di Tempe

2427 0
2427 0

Uber ha annunciato la ripresa dei test di guida autonoma dopo l’incidente avvenuto a Tempe, in Arizona, venerdì scorso. Una Volvo XC90 stava svolgendo una prova in strada ed è stata centrata da una vettura che aveva ignorato il segnale di dare precedenza.

In attesa delle indagini della polizia locale, l’azienda aveva deciso di interrompere i test nonostante fosse apparso subito chiaro che l’incidente non era avvenuto per un problema della guida autonoma della Volvo. Il programma di prove è quindi ripartito a Tempe, ma anche a San Francisco e Pittsburgh dove era stato ugualmente interrotto.

Il risultato dell’indagine di polizia era atteso per metà di questa settimana, ma invece è arrivato molto prima scagionando la vettura da ogni responsabilità. Come confermato da Uber, al momento dell’incidente era in uso il sistema di guida autonoma e all’interno dei veicolo si trovava un ingegnere della compagnia che non ha riportato alcun danno dallo scontro. Nelle foto dell’incidente si vede la Volvo XC90 rovesciata su un lato, a dimostrazione di un urto non certo banale.

Quello di Tempe non è stato il primo incidente che ha visto coinvolte vetture a guida autonoma. Nel 2016, un occupante di una Tesla Model S è purtroppo rimasto ucciso in uno scontro con un camion.

Ultima modifica: 28 Marzo 2017