Le prossime Volvo a guida autonoma avranno la piattaforma Drive Orin di Nvidia

1881 0
1881 0

Volvo sta ampliando la sua collaborazione con Nvidia con l’obiettivo di utilizzare la tecnologia system-on-a-chip (SoC) Drive Orin di Nvidia per il computer di guida autonoma dei modelli di nuova generazione, basati sulla prossima architettura modulare SPA2.

Un’elevata potenza di calcolo è un requisito essenziale per una guida autonoma sicura. Drive Orin, una piattaforma di AI-computing prodotta da Nvidia e che si colloca come leader nel settore automobilistico, è in grado di effettuare un numero inedito, corrispondente a 254 tera (o 254 trilioni), di operazioni al secondo (TOPS).

La prima auto dotata della tecnologia SoC sarà la Volvo XC90 di nuova generazione, la cui presentazione è prevista per l’anno prossimo.

Le parole di Henrik Green, Chief Technology Officer.

Crediamo nella collaborazione con le principali aziende tecnologiche del mondo al fine di realizzare le migliori Volvo possibili”Con l’aiuto della tecnologia Nvidia Drive Orin potremo raggiungere un livello superiore di sicurezza sulle nostre auto di nuova generazione“.

La maggiore potenza di calcolo e l’elaborazione grafica aggiuntiva fornite dalla piattaforma Drive Orin di Nvidia consentono di utilizzare set di sensori avanzati necessari per la guida autonoma, come ad esempio l’avanzatissima tecnologia LiDAR sviluppata da Luminar, un altro dei partner tecnologici di Volvo.

Il core computer alimentato da Nvidia DRIVE Xavier gestirà le funzionalità principali dell’auto come il software di base, la gestione dell’energia e l’assistenza alla guida. Il computer interagirà con il computer di guida autonoma supportato da Nvidia Drive Orin, deputato alle attività a maggiore intensità di calcolo, quali l’elaborazione delle immagini e il telerilevamento LiDAR, e a fornire l’elevato livello di integrità della sicurezza richiesto per la guida autonoma.

Leggi anche: tutte le news Volvo

Ultima modifica: 15 aprile 2021