Jaguar Land Rover e Lyft, partnership da 25 milioni di dollari

2665 0
2665 0

Jaguar Land Rover, attraverso la propria società InMotion, ha annunciato una partnership con Lyft. Il marchio inglese investirà 25 milioni di dollari in questa collaborazione con la società di car sharing. Lyft è la principale concorrente di mercato di Uber e recentemente ha stretto un accordo con Google.

Jaguar ha avviato questo investimento nell’ottica soprattutto della guida autonoma. Il costruttore inglese fornirà una flotta di vetture a Lyft, ad uso car sharing ma anche per sviluppare le tecnologie self-drive. Jaguar aveva già avviato lo sviluppo di questo programma lungo un percorso di 70 km attorno a Coventry.

Con questo accordo Lyft conferma comunque di non voler sviluppare un proprio veicolo autonomo. L’azienda statunitense fornirà la propria piattaforma a favore dei suoi partner. Fra questi rientrano General Motors, Waymo e NuTonomy, oltre a Jaguar.

Siamo entusiasti di questa collaborazione, non solo per lo sviluppo delle soluzioni di mobilità ma anche per innovative idee che possano risolvere i problemi di trasporto dei nostri clienti“, ha detto Sebastian Pack, Managin Director di InMotion.

La corsa alla mobilità autonoma si fa sempre più serrata. Uber ha un accordo con Volvo per l’acquisto di 100 veicoli l’anno da sviluppare con i propri hardware di self-drive. Recentemente è arrivata anche la partnership con Daimler. Lyft, seconda compagnia americana di car sharing, risponde con GM e Jaguar Land Rover.

Ultima modifica: 12 Giugno 2017