Continental mostra al CES 2023 le ultime tecnologie

65 0
65 0

Continental ha ricreato al CES 2023 di Las Vegas la sua visione della mobilità del futuro presentando le sue ultime tecnologie. Alla fiera tech più importante del mondo, Continental ha portato in scena le innovazioni che evolvono i veicoli del domani e che rispondono alle nuove esigenze di mobilità rendendo le strade più sicure, l’esperienza dell’utente più coinvolgente e la guida più sostenibile. Il Gruppo ha mostrato come le diverse soluzioni di prodotto stiano cambiando la mobilità, il modo di funzionare dei veicoli e il modo in cui le persone interagiscono con essi.

Stiamo inaugurando una nuova era della mobilità“, afferma Gilles Mabire, Chief Technology Officer, Continental Automotive. “Al CES, abbiamo mostrato come stia evolvendo il veicolo, a tutti i livelli. Queste innovazioni rivoluzioneranno l’intera esperienza di mobilità e le diverse forme di trasporto, interessando non solo i conducenti ma tutti gli utenti della strada. Al CES, abbiamo portato un’anticipazione di un futuro sulla strada più sicuro, più sostenibile e più efficiente.”

Soluzioni sostenibili lungo l’intera catena del valore

Continental promuove tecnologie innovative e soluzioni sostenibili lungo l’intera catena del valore: dai materiali al riciclaggio. Al CES 2023, il Gruppo ha messo in evidenza due esempi di pneumatici sostenibili per veicoli commerciali: ContiTread EcoPlus Green e Conti Urban. Entrambi i prodotti dimostrano l’avanguardia del brand nel campo della sostenibilità.

Continental ha presentato anche dei moduli e dei sensori specificamente progettati per la mobilità elettrica in grado di supportare veicoli elettrici nuovi e più efficienti, garantendo al contempo maggiore sicurezza e rispetto dell’ambiente.

Tecnologie: soluzioni autonome e intelligenti connesse al cloud

Continental sta integrando la famiglia “CV3” SoC con l’intelligenza artificiale della società di semiconduttori Ambarella nei suoi sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS). L’obiettivo è offrire al mercato soluzioni scalabili che soddisfino le esigenze individuali di guida assistita.

Il portafoglio di sistemi SoC ad alte prestazioni creato da Ambarella è efficiente dal punto di vista energetico e scalabile, in grado di elaborare i dati acquisiti dai sensori in modo più rapido e completo a circa la metà del normale consumo energetico. Ciò consente una percezione dell’ambiente circostante più ampia e una mobilità più sicura. Con un minore consumo energetico e una batteria più leggera, il chip contribuisce anche ad aumentare l’autonomia dei veicoli elettrici. Il sistema completa le soluzioni di Continental per la guida assistita e migliora ulteriormente l’automazione dei veicoli.

La tecnologia LiDAR ad alte prestazioni HRL131 di Continental, sviluppata insieme al partner AEye, sblocca nuove funzionalità di guida autonoma. È il primo LiDAR a lungo raggio dell’industria automobilistica, progettato per vedere più lontano e reagire agli oggetti prima di quanto sia mai stato possibile. I sensori sono in grado di rilevare i veicoli a oltre 300 metri di distanza e i pedoni a oltre 200 metri. In questo modo, la tecnologia abilita funzionalità chiave per il trasporto merci e persone.

La sua capacità di avvistare piccoli ostacoli ad alta velocità, da lunghe distanze e in condizioni meteorologiche avverse è fondamentale per l’avanzamento dell’autopilot in autostrada e della guida autonoma. I test e la convalida avverranno nel 2023 mentre la produzione della prima serie è prevista a fine 2024.

Oltre a diventare più autonomi, i veicoli sono sempre più connessi. La connettività rende la guida più sicura ed efficiente. Per supportare queste nuove funzioni, le auto stanno diventando dei computer su ruote. I Software-defined vehicles e la mobilità connessa richiedono più intelligenza e più potenza di calcolo, ma le attuali architetture stanno raggiungendo i loro limiti.

Il computer ad alte prestazioni (HPC) di Continental, introdotto per la prima volta nella serie elettrica ID di Volkswagen, amplia queste capacità per passare a un’architettura di sistema centralizzata e orientata ai servizi. Al CES 2023, Continental ha mostrato come le Server-Zone Architectures portino questa evoluzione a un altro livello. Le architetture dei veicoli vengono poi ottimizzate man mano che le Zone Control Unit (ZCU) consolidano le funzioni dei veicoli nelle zone fisiche.

Le x-Domain Zone Control Units di Continental sono fondamentali per i Software-defined vehicles

Le ZCU aiutano a realizzare il pieno potenziale dei Software-defined vehicles ogni qualvolta vengono introdotte funzioni più complesse. Supportando il crescente divario tra software e hardware, le unità di controllo riducono la complessità della rete del veicolo e i costi. Questa separazione è necessaria per far fronte ai continui aggiornamenti, miglioramenti e implementazioni delle funzioni nei veicoli connessi. In questo contesto, le ZCU assumono il ruolo di gateway.

Le unità di controllo fungono da intermediari tra computer ad alte prestazioni, sensori, attuatori e centraline. Inoltre, forniscono una distribuzione intelligente dell’energia e assicurano l’esecuzione affidabile e in tempo reale delle funzioni x-Domain, come audio, suono esterno, parcheggio, HVAC o sospensione.

La piattaforma ZCU di Continental è scalabile e modulare per consentire ai produttori la massima flessibilità di progettazione delle architetture dei loro veicoli. L’integrazione completa è disponibile per hardware, software e servizi anche di terze parti. Con questo approccio, Continental consente ai produttori di veicoli di introdurre soluzioni in modo più rapido ed economico.

Software per la mobilità del futuro

I software del futuro consentiranno nuove opportunità per i veicoli. Per garantire che i veicoli possano espandere le proprie funzioni, Continental ha ideato Continental Automotive Edge Framework (CAEdge). Si tratta di un framework modulare hardware e software che collega il veicolo al cloud e offre agli sviluppatori la possibilità di creare, testare e rilasciare funzioni software in modo altamente efficiente.

Ciò consente ai veicoli connessi di evolversi continuamente durante l’intero ciclo di vita con aggiornamenti rapidi ed efficaci. In questo modo i conducenti possono integrare funzioni man mano che vengono sviluppate, aggiungendo continue prestazioni al veicolo. I produttori di veicoli possono scegliere soluzioni software dal catalogo delle funzioni di Continental, come l’alzacristalli, la radio, i pacchetti di movimento o manovra per la guida automatizzata, il parcheggio da remoto e molti altri.

Tecnologie: esperienza di guida immersiva

Le innovazioni puntano a migliorare l’esperienza di guida. L’obiettivo di Continental non è solo rendere la guida più sicura, ma anche più intuitiva e coinvolgente per i conducenti. Poiché la user experience sta diventando un fattore determinante nella scelta di un’auto, il sistema display di Continental mostrerà come l’interno del veicolo stia diventando il nuovo punto di forza.

Con il Curved Ultrawide Display, Continental ha presentato al CES 2023 un display curvo che copre l’intera larghezza dell’abitacolo. Con “Ultrawide” s’intende una larghezza di oltre 1,2 metri, che si sviluppa da un montante “A” all’altro. Il design all’avanguardia del display porta l’esperienza dell’utente a una nuova dimensione, mentre l’innovativo concept operativo basato su un pannello di controllo non visibile garantisce maggiore sicurezza e comfort.

Ultima modifica: 10 Gennaio 2023

In questo articolo