Smart EQ fortwo, prova su strada dell’elettrica da città

2574 0
2574 0

Un significativo nel mondo della mobilità elettrica che diventa ancora più interessante con le nuove smart EQ fortwo e smart EQ forfour. EQ sta per electric intelligence, che estende a quattro passeggeri il piacere della guida a zero emissioni.

Smart ed Enel in viaggio insieme per vivere la mobilità elettrica, scoprire la natura e l’origine dell’energia pulita del futuro. Un «green power run» per provare queste vetture, guarda caso sulle strade che portano a Larderello, in Toscana. Ovvero nel cuore della produzione di energia da fonti rinnovabili di Enel Green Power.

In questo contesto è importante la consapevolezza di una filiera cento per cento green. A partire proprio dalla produzione di energia. Un’importante innovazione, smart è il primo costruttore al mondo a offrire nella propria gamma sia modelli a combustione interna sia completamente elettrici. Avvicinandosi alla grande rivoluzione che entro il 2020 convertirà l’intera gamma unicamente in elettrico.

Il comfort, la silenziosità e uno straordinario piacere cui contribuiscono accelerazioni brillanti e una spiccata agilità ci portano subito in una nuova dimensione della mobilità. Divertente e a zero emissioni. Dunque il massimo per la mobilità urbana, e non solo.

Smart EQ fortwo, autonomia di 160 km

Grazie al motore da 60 kw (82 CV) la smart elettrica sviluppa subito una coppia di 160 Nm e raggiunge una velocità massima di 130 Km/h con un’autonomia di 160 km, ideale per la mobilità elettrica urbana, ma anche per piacevoli escursioni fuoriporta, come ha dimostrato il nostro test drive tra i tornati della campagna Toscana. Sempre carica, grazie al nuovo caricatore di bordo da 22kw, in grado di ricaricare la batteria in meno di un’ora, la piccola smart si avventura con grande disinvoltura anche fuori città, potendo contare su una rete accessibile e ben distribuita sul territorio.

La regina delle citycar, che oggi è anche l’elettrica più conveniente del mercato vanta una completa dotazione di equipaggiamenti per la sicurezza, l’infotainment e il comfort di bordo. La batteria ha una capacità di 17,6 kWh, è stata posizionata centralmente sotto i sedili anteriori. E protetta con tubi in acciaio. Una eccellente collocazione per abbassare il baricentro. r ottenere un comportamento di marcia molto bilanciato. E’ garantita per otto anni o centomila chilometri.

L’ingresso nel mondo dell’elettrico si fa ancora più interessante se parliamo poi di costi di esercizio. Dove, rispetto ad un equivalente modello a benzina, i vantaggi in termini di parcheggio, accesso alla ZTL, manutenzione, bollo, assicurazione e rifornimento sono decisamente a favore dell’auto elettrica.

Renzo Vatti

 

Ultima modifica: 23 Ottobre 2018

In questo articolo