Opel Astra Sports Tourer, prova della wagon dinamica e multi energia | VIDEO

1192 0
1192 0

La station wagon tedesca di Stellantis è Opel Astra Sports Tourer, che rilancia la saga della giardinetta media del Marchio. Dopo la berlina (qui la prova di QN Motori) primo contatto con la familiare.

Arriva sul mercato italiano con un prezzo a partire da 25.900 euro, con parecchie frecce, oltre alla solida tradizione, al suo arco.

Opel Astra Sports Tourer, prova della wagon dinamica e multi energia 4

Orgoglio Opel

Il nostro contatto con Astra Sports Tourer è avvenuto a Rüsselsheim, quartier generale del Marchio, dove la vettura viene assemblata.

Il nuovo corso sotto Stellantis prevede, grazie all’utilizzo della piattaforma EMP2, la motorizzazione benzina 1.2 da 110 e 130 cavalli, 1.5 Diesel da 130 cv e ibrida plug-in in un primo momento da 180 cavalli e poi anche da 225 cv.

Nel 2023 arriverà anche Astra Sports Tourer elettrica al 100%: una wagon a batterie con circa 400 chilometri di autonomia.

Le dimensioni sono 4,62 metri di lunghezza, 1,86 di larghezza e un 1.48 m di altezza. Ma soprattutto il passo è di 2,73 metri, ben sette centimetri in più rispetto alla generazione uscente, e quasi 6 cm rispetto alla nuova berlina, garantendo un’ottima abitabilità interna.

Doti di sostanza , come i 600 litri di capacità del bagagliaio, qualità decisiva per una wagon, che possono arrivare fino a 1.634 litri con i sedili posteriori abbattuti (la versione plug-in da 516 a 1.553 litri).

Spazio e praticità, con una accessibile soglia di carico a 60 centimetri da terra. A richiesta il sistema Intelli-Space con il piano di carico mobile in alto in basso e anche inclinato.

Pratica e attraente, Astra Sports Tourer oltre a una silhouette fluente e il frontale Vizor, il nuovo volto adottato da tutta la gamma offre anche la verniciatore bicolore, con tetto a contrasto.

Tra le chicche tecnologiche i fari anteriori adattivi Intelli-Lux Led Pixel e la telecamera anteriore.  E’ un sistema di illuminazione che non abbaglia, dotato di 168 elementi Led.

Gli interni sono votati all’accoglienza, Comanda il digitale nella strumentazione, il Pure Panel di ormai larga parte della gamma, e nello schermo centrale, ma sono presenti anche tasti fisici, pratici.

Spiccano i sedili anteriori, realizzati in casa da Opel, certificati dagli esperti di AGR e, grazie alla loro esemplare ergonomia, sono ospitali e contenitivi. Perfetti per qualsiasi viaggio

Su strada con la Opel Astra Sports Tourer

Dotata si sistemi di assistenza alla guida di secondo livello Astra Sports Tourer mette subito a proprio agio con un comportamento preciso.

Fluida nella marcia, con un buon sterzo: votata più al comfort che al dinamismo, che comunque non disdegna, fin ogni modo molto equilibrata. Tra le curve

Silenziosa in tutte le motorizzazioni è ecumenica. In attesa della versione elettrica, il benzina, data anche la stazza, è preferibile nella versione da 130 cavalli col cambio automatico a 8 marce (sul 110 cv c’è il manuale a seri rapporti). Al pari della Diesel, adatta a chi viaggia su tratte davvero molto lunghe.

Al vertice la ibrida plug-in come potenza di sistema di 180 cavalli. E soprattutto una coppia da “grande”, ben 360 Nm, Col 1.6 benzina da 150 cavalli abbinato all’elettrico da 110 cv.

La batteria da 12,4 kWh garantisce una autonomia in elettrico fino a 60 km, arrivando fino a 135 km/h a zero emissioni.

Anche in ibrido il passo è deciso in ogni situazione. Il top arriverà con la PHEV da 225 cavalli, capace di uno 0-100 km/h in 7,7 secondi. A seguire l’elettrica.

Su strada  ha confermato le doti ecumeniche della vettura. Un familiare pronta a ogni tipo di utilizzo. Dalla forma dello stile sostanza della guida conferma un comportamento dinamico e un carattere di livello.

Opel Astra Sports Tourer, le foto ufficiali

Ultima modifica: 13 luglio 2022

In questo articolo