Mercedes EQS, la prova della ammiraglia elettrica. L’auto del futuro

1047 0
1047 0

Mercedes EQS è l’auto del futuro, l’ammiraglia alla quale puoi chiedere tutto o quasi. Rappresenta il top di gamma elettrico della casa di Stoccarda, il punto più alto nell’evoluzione della specie che presto condurrà ai mille km di autonomia del prototipo EQXX, appena svelato.

Ma già EQS si difende piuttosto bene: con una ricarica può percorrere fino 784 km nel traffico urbano e quasi 500 in autostrada. Un risultato che nasce dal certosino lavoro nello sviluppo delle batterie, dall’aerodinamica record (CX 0,20), dalle straordinarie capacità dell’auto di leggere i percorsi in anticipo, reintegrrando energia nei tratti in discesa e con frenate rigenerative.

I motori elettrici hanno potenze che svariano da 292 cv fino ai 658 della versione AMG e offrono la loro energia elettrica alle quattro versioni della EQS: 350, 450+, 580 e 53 AMG 4MATIC a trazione integrale.

Il test-drive fra Milano e Nizza a bordo della EQS si rivela un’esperienza indimenticabile. L’ammiraglia, lunga oltre cinque metri, ha un abitacolo che somiglia davvero alla cabina di un’astronave.

Quasi un metro e mezzo di schermo

L’intera plancia è occupata dall’MBUX Hyperscreen, una superficie vetrata che copre 144 cm di larghezza ed è divisa in tre display da 12,3, 17,7 e 12,3 pollici. Quello di destra è a disposizione del passeggero perché possa condividere la gestione dei comandi tattili e vocali.

Nessun panico da carlinga di aereo, perché la lettura dei display è facile e intuitiva e il comando vocale soddisfa ogni richiesta del guidatore senza staccare le mani dal volante.

Si può attivare a voce il riscaldamento del sedile, la funzione di massaggio (rilassante o rivitalizzante), il cambio della profumazione dell’auto e la tonalità delle luci interne, che fanno da corona ai passeggeri.

E’ una vera e propria cromoterapia con modalità sonore che accompagnano una seduta di ginnastica da compiere sul sedile. Si possono ottenere informazioni su ristoranti, alberghi, stazioni di ricarica e richiedere selezioni musicali. E in ogni momento il display può visualizzare la qualità dell’aria interna ed esterna e i valori dell’inquinamento.

Brillante e comodissima

La guida autonoma è potenzialmente di livello 3 e i 350 sensori di bordo sono in grando di leggere in anticipo il percorso e gli eventuali ostacoli, adattando la guid . Protetti da sedili avvolgenti, che in curva fasciano il corpo come una guaina, si corre in autostrada come su un tappeto volante e nella parte guidata è bello tirar fuori la grinta di un motore brillante e reattivo, fedele alla tradizione Mercedes.

Autonomia soddisfacente

Una sosta di venti minuti ad Andora in una stazione Ioniq, consente la ricarica di 150 km di autonomia. Ma per completare il viaggio Milano-Nizza basterebbe abbondantemente la carica di partenza. Sul display, prima del rifornimento, restano ben 200 km di percorrenza.

Per chi compra EQS è prevista una ricarica illimitata gratis per un anno alle stazioni Ioniq. Il gioiello elettrico della Stella parte da 116.215 euro e arriva ai 175.580 nella versione AMG.

Giuseppe Tassi

Leggi ora: Mercedes EQE, informazioni e prezzo della grande berlina elettrica

Ultima modifica: 23 marzo 2022

In questo articolo