Kimera Automobili EVO37, una supercar attuale dalla Lancia Rally 037 | VIDEO

333 0
333 0

Dai mitici anni Ottanta a oggi con Kimera Automobili EVO37. Un ritorno al futuro in piena regola, non solo restomod, ma una spettacolare metamorfosi della Lancia Rally 037 nel 1982 in una supercar dei nostri giorni è stata curata in ogni dettaglio. Pronta a emozionare.

Kimera Automobili EVO37 -

Un sogno ad occhi aperti: assemblato in soli 37 esemplari, al prezzo di 480.000 euro più IVA.  Concepito da  Luca Betti, ex rallista, diventato imprenditore nel motorsport e poi nel restauro, specialmente di Lancia eccezionali quali Delta S4 e 037. Storia dell’automobilismo, sportivo e non solo.

La vettura sarà presentata Festival of Speed di Goodwood, in programma dall’8 all’11 luglio.

Lancia Rally 037 (1983)

La  Kimera Automobili EVO37 ripropone l’immortale stile del modello di quasi quaranta anni fa. L’ultima regina del mondiale rally a trazione posteriore nel 1983, aggiornata a oggi.

Per essere più fedeli possibile al passato sono stati in servizio” i tecnici protagonisti dello sviluppo di Lancia Rally 037, Sergio Limone per telaio e vetture, Claudio Lombardi per il motore, mentre Vittorio Roberti e Franco Innocenti si occupano dei nuovi materiali usati e del processo costruttivo. Ciliegine sulla torta, il tester per i collaudi sarà Miki Biasion, due volte iridato rally con Lancia: un campione indimenticabile.

L’azienda ha sfruttato le eccellenze torinesi, Italtecnica, Bonetto CV, Maps, LAM Stile, Bellasi, CiElle Tronics, Sparco, per completare il progetto, con altri assi italiani del settore, quali Goodwool, Pakelo, Andreani – Ohlins, Brembo e Pirelli. Il meglio, senza dubbio.

EVO37 e nasce sulla scocca della Lancia Beta Montecarlo di serie con due strutture tubolari saldate all’anteriore e al posteriore, risulta immediatamente riconducibile all’originale: come i quattro fari circolari, che diventano full Led. D’altro canto  gli interni non perdono spazio, grazie alla struttura tubolare che è portante su se stessa, come per la Delta S4, in cui la cellula è solamente il “guscio” del telaio/roll-bar dell’abitacolo. Altra finezza

Resta ovviamente la trazione posteriore, con differenziale autobloccante a lamelle è integrato nel cambio manuale a sei marce.

EVO37, un motore bestiale

Il propulsore è centrale-longitudinale: è lo stesso monoblocco della 037, un quattro cilindri in linea di 2,15 litri, con distribuzione bialbero a quattro valvole per cilindro. Aggiornato dalla Italtecnica, ora eroga 505 cavalli e 550 Nm di coppia. Sfruttando un’altra eredità Lancia: la doppia sovralimentazione, con compressore volumetrico tipo Roots dotato di elettrofrizione elettronica e del turbocompressore, riprendendo la Delta S4. Tanto per restare fedeli al mitico retaggio lancia.

Ultima modifica: 24 maggio 2021

In questo articolo