Imparato sul futuro Alfa Romeo: Tonale a giugno 2022, poi tutta la gamma elettrificata

1258 0
1258 0

Il futuro di Alfa Romeo, prossimo e remoto, raccontato dal CEO del Biscione Jean-Philippe Imparato. Il manager francese ha prospettato i prossimi modelli e la politica del Marchio, dopo che Carlos Tavares a gennaio gli ha assegnato di guidare l’ennesima ripartenza di Alfa.

Imparato viene da cinque anni trionfali in Peugeot. “Sono in Alfa Romeo per motivi personali, di passione. Peugeot incassa miliardi di euro l’anno: non è stata una scelta di carriera”.

Jean-Philippe Imparato visita il Museo Storico Alfa Romeo - 9
Jean-Philippe Imparato, CEO di Alfa Romeo, si esalta al Museo Storico del Biscione

Parole confermate dalla sua visita istantanea, appena incaricato, al Museo Storico e dalle sue radici alfiste. Sono nato in una Giulia 1.300, mio papà aveva un’Alfetta e la prima auto di mia moglie è stata un’Alfasud”.

Imparato ha confermato lo slittamento di Tonale.Arriverà a giugno 2022. Sarà la prima elettrificata di Alfa Romeo, il lavoro deve essere di alto livello. Con Stellantis c’è il vantaggio di poter avere aggiornamenti tecnologici: ho deciso di aumentare la performance. La versione ibrida plug-in sarà disponibile al debutto. La produzione inizierà a marzo 2022 a Pomigliano d’Arco, dove sono stato nei giorni scorsi. La parte industriale è a posto”.

Alfa Romeo Tonale Salone del Mobile - Alfa Romeo Tonale rinviato
Tonale

Tonale sarà la prima del nuovo corso: Alfa Romeo sarà elettrificata. “Dopo di essa ogni modello sarà elettrificato e full electric. Stiamo lavorando sulla piattaforma Small e a Tichy in Polonia sarà prodotta una Alfa Romeo. L’Europa impone un -60% di CO2: chi non lo farà entro il 2030 sarà finito. Oltre a modelli con performance estreme dovremo offrire auto emozionali ma con un prezzo umano”.

Jean-Philippe Imparato, CEO di Alfa Romeo

Futuro Alfa Romeo, la piattaforma  Giorgio

Lavoriamo sulla piattaforma Large di Stellantis. L’architettura Giorgio sarà integrata nel sistema delle architetture di Stellantis, ovvero Small, Medium e Large. Dobbiamo approfittare dei volumi del Gruppo e fare una gamma di auto elettriche, ma sempre con lo spirito Alfa Romeo. Ho toccato con mano che le fabbriche di Cassino e Pomigliano hanno in livello tecnico assoluto”.

Giulia e Stelvio.

Le prossime Alfa Romeo dovranno avere un comportamento dinamico, offrire un piacere di guida e anche un suono elettrico distintivi.

A proposito di carattere distintivo, Jean-Philippe Imparato, ha parlato della linea Quadrifoglio. “Saranno valutate le proposte, ma dovranno essere fedeli al concetto sportivo del Quadrifoglio”.

Alfa Romeo Quadrifoglio

Un altro cambio di marcia, in sostanza. L’epoca di Marchionne pare lontana anni luce. “Non si deve cambie strategia tutti i giorni. Alfa Romeo è conosciuta in tutto il mondo: ora ha bisogno di stabilità. Stiamo cercando di organizzare un piano di 10 anni. Con cinque anni di progetti approvati e finanziati. Per non cambiare. Ci servono la stabilità, un piano di prodotti auto e sul contributo tecnologico di Stellantis. A fine anno comunicheremo quello che arriverà dopo Tonale”.

Alfa Romeo continuerà a vendere in America. “Per la Cina – conclude Imparato – registrato un grande interesse: vediamo auto di altissimo livello. Ma prima di entrare stabilmente in quel mercato Alfa dovrà essere più solida in USA e in Europa”.

Jean-Philippe Imparato visita gli stabilimenti Alfa Romeo di Cassimo e Pomigliano d'Arco
Jean-Philippe Imparato agli stabilimenti Alfa Romeo di Cassino e Pomigliano d’Arco

Ultima modifica: 2 maggio 2021

In questo articolo