Dieselgate: Volkswagen patteggia, 157 milioni a 10 stati Usa

2747 0
2747 0

Volkswagen ha raggiunto un accordo con 10 stati degli Usa ai quali risarcirà 157,45 milioni di dollari per danni ambientali causati dallo scandalo Dieselgate. Gli stati in questione sono Connecticut, Delaware, Maine, Massachusetts, New York, Oregon, Pennsylvania, Rhode Island, Vermont e Washington, ai quali si sono poi aggiunti anche alcuni privati.

Nel 2016, la Casa tedesca aveva raggiunto un accordo da 633 milioni di dollari con 44 stati americani, ma quel patteggiamento non aveva nulla a che fare con le richieste di questa ulteriore causa. L’accordo prevede che Volkswagen offra almeno tre nuovi veicoli elettrici (almeno 2 Suv) in questi 10 stati entro il 2020.

In totale, ad oggi, il Dieselgate negli Stati Uniti è costato ai tedeschi 25 miliardi di dollari, fra cause dei proprietari, degli amministratori ambientali, stati e venditori.

Raggiante Eric Schneiderman, il procuratore federale dello stato di New York che nella suddivisione del risarcimento otterrà 32,5 milioni di dollari, la più alta multa ambientale inflitta dallo stato: “Questa sentenza dimostra che nessuna azienda, per quanto importante e potente sia, è al di sopra della legge“. Allo stesso modo esulta Maura Healey, procuratore generale del Massachusetts: anche per questo stato, i 20 milioni di dollari ricevuti rappresentano il maggior risarcimento civile nella storia per quanto riguarda cause di carattere ambientale

Ultima modifica: 30 Marzo 2017