Citroen C5 X, come va il turbo benzina. Comfort e originalità e…

635 0
635 0

Provate a inquadrare Citroen C5 X secondo uno schema classico. Di fatto impossibile, come molti dei prodotti del Marchio francese. Catalogare una vettura della Casa del Double Chevron (che, ricordiamo è il simbolo degli ingranaggi) è sempre difficile. Ma non è certo un male.

Citroen C5 X

Fuori dalle righe, con una silhouette che richiama, da molto lontano, la mitica DS. C5 X nella sostanza si propone come ammiraglia di Citroen. Nasce sulla piattaforma EMP2, ma è lunga 4,8 metri, con un passo di quasi 2,79 metri, che propone una ottima abitabilità interna.

Forme esterne speciali, una sorta di crossover wagon coupé alto 19,4 centimetri da terra. Non certo banale. Dopo la prima prova su strada (leggete qui)  abbiamo approfondito la questiono con C5 X spinta dal 1.6 turbo benzina da 179 cavalli, nell’allestimento Shine, quello più alto della gamma.

Scarica ora: listino prezzi

Ci sono anche 1.2 da 130 CV e l’ibrida plug-in da 222, come noto niente Diesel. La motorizzazione centrale, endotermica di pura sostanza. La C5 X Shine offre una dotazione completa, sotto tutti gli aspetti, anche per quanto riguarda gli ADAS, i sistemi di assistenza alla guida.

Citroen C5 X accoglie secondo i canoni della Casa. Spazio e comfort da prima della classe. Le poltrone sono ottime, con rivestimenti in pelle/TEP,  dotate della speciale schiuma poliuretanica ad alta densità. Che è morbida all’appoggio, ma sostiene durante il viaggio.

La posizione di guida è più alta della classica berlina, di circa 10 centimetri: apprezzabile. La plancia nella parte alta è digitale. Piccola la strumentazione da 7 pollici, ma ben surrogata dall’head up display esteso e a colori, di serie su su C5 X Shine, che integra le informazioni che servono.

Funzionale lo schermo centrale da 12”, con una presenza discreta, ma efficace di tasti fisici, tranne quello scomodo del volume a destra. Che dominano nella parte bassa, dalla quale si gestisce il potente climatizzatore bi-zona (con bocchette per la seconda fila).

Un contesto che differisce anche dalle altre Citroen, pur restando pratico e ritrovando familiarità nel tunnel centrale, razionale.

Il tunnel centrale

Non eccezionale il bagagliaio, che parte da una capacità di carico di 545 litri. Buona in valore assoluta, ma non completamente allineata con le dimensioni importanti della vettura. Ma in abitacolo ci sono numerosi vani e tasche per oggetti più piccoli.

Citroen C5 X, una grande passista. Chiamatela routiere

Su strada la francese mantiene quello che promette. Confort eccezionale e guida fluida, la sensazione è quella di essere perennemente coccolati. Merito delle Progressive Hydraulic Cushions (PHC) votate a filtrare meglio le asperità di ogni tipo.

Si tratta di una eredità della passata attività di Citroen nel mondiale rally. Rispetto alle sospensioni tradizionali dotate di tampone di fine corsa aggiungono due smorzatori idraulici alle estremità, uno per l’estensione e l’altro per la compressione. Agiscono in due tempi, secondo le sollecitazioni. Se sono minori, molla e ammortizzatore regolano insieme i movimenti verticali, senza necessità degli smorzatori idraulici, che nel caso permettono una maggiore capacità  di contrazione e rilascio.

Ecco il “tappeto volante”, ovvero la percezione di galleggiare A fronte di sollecitazioni più nette molla e ammortizzatore lavorano insieme agli smorzatori idraulici, per attenuare il movimento in modo progressivo, evitando i bruschi arresti. Lo smorzatore idraulico assimila e disperde questa energia, evitando il fenomeno del “rimbalzo”, un bel mix.

Sospensioni speciali, ma anche parecchio spazio

Ottimo anche il comfort acustico a completare il quadro. Cosa stona? E’ percepibile il rollio, che però non mette a repentaglio la precisione della vettura, eccellente, anzi regale, sulle tratte autostradali.

Come va il benzina di Citroen C5 X

Ci sono 179 cavalli per 1.542 kg di peso e una coppia di 250 Nm a 1..750 giri. Il 1.6 turbo benzina accoppiato al cambio automatico a otto marce rappresenta una scelta adeguata alla stazza e alla vocazione dell’ammiraglia Citroen.

Non cercate di bruciare i semafori, anche se riesce a fare lo 0-100 km/h in poco più di 8 secondi. L’allungo tranquillo, ma permette di viaggiare Ins in tutte le condizioni. Soprattutto le percorrenze sono adeguate, intorno ai 15 km/litro nel ciclo combinato.

Un consumo che non fa rimpiangere troppo il diesel mancante e rende la grande routière francese adatta quasi tutte le necessità di famiglie o viaggiatori.

Leggi ora: Citroen C4 X, come è fatta

Ultima modifica: 26 agosto 2022