Rinascita Alfa Romeo, Imparato punta al raddoppio delle vendite nel 2023

1068 0
1068 0

Alfa Romeo, son finiti i tempi cupi? La rinascita sul mercato del Marchio è vicina? Dopo l’addio nel 2018 a MiTo, la pandemia e l’uscita di Giulietta, il primo raggio di luce è stato il ritorno all’utile nel 2021.

Alfa Romeo Tonale, l'auto della rinascita?
Alfa Romeo Tonale, l’auto della rinascita?

Ne è convinto Jean-Philippe Imparato, CEO del Marchio, che in una intervista ad Automotive News Europe, ha prospettato il futuro prossimo del Biscione.

Leggi ora: Alfa Romeo Tonale e le sue concorrenti

Imparato ha fissato l’obiettivo per il 2023: il raddoppio delle vendite. Nel 2021 il Costruttore di Arese ha immatricolato globalmente 55.000 esemplari.

Il grosso dello del compito spetterà a Tonale, ovvero oltre il 50% delle vendite, perché gli altri due modelli sono sul mercato da tempo. Giulia dal 2016 e Stelvio dal 2017 e sebbene nel 2021 abbiano fatto meglio rispetto al 2020, 1.300 unità in più, difficile che possano beneficiare di clamorose impennate di domanda.

Tonale oltre quota 70.000 l’anno?

Tonale di fatto arriva oltre cinque anni dopo Stelvio, un lasso di tempo enorme per un nuovo modello. Imparato ha quantificato Tonale come capace di immatricolare 70-80.000 unità l’anno a pieno regime di produzione. Con 15.000 esemplari venduti l’anno negli USA, dove sarà disponibile una versione col 2 litri turbo benzina da 260 cavalli.

Giulia e Stelvio sono attese in ogni modo ad un restyling di design e all’introduzione di motorizzazioni ibride. Più numeri, ma soprattutto più qualità, il vero obiettivo di Imparato, anzi l’imperativo.

Ultima modifica: 2 marzo 2022