Akio Toyoda apripista al rally del Belgio su Toyota GR Yaris H2 a idrogeno

1785 0
1785 0

Akio Toyoda è un car guy, e come Carlos Tavares di Stellantis, è un appassionato di motorsport.

Con il plus che il Gruppo è una questione di famiglia, essendo nipote del fondatore della Toyota Motors, Kiichiro Toyoda.

Appassionato di corse e di tecnologia, il gran capo del Costruttore s’è messo al volante della GR Yaris H2 quale apripista al rally del Belgio. Avendo come navigatore il pluri-campione di WRC Juha Kankkunen.

Un’accoppiata speciale, su una vettura altrettanto particolare. La GR Yaris H2 dispone del 1.6 turbo G16E-GTS, un 3 cilindri termico alimentato a idrogeno.

Niente fuel cell, niente elettrico, ma idrogeno al posto della benzina, come Toyota ha già annunciato da tempo e sta valutando nello sviluppo della futura offerta in un piano di neutralità tecnologica.

Un prototipo Corolla con la stessa alimentazione è stata portata in gara nel campionato Super Taikyu, GR Yaris H2 ha portato la tecnologia in mostra fuori dal Giappone.

Le parole di Akio Toyoda

Ringrazio Juha per essere stato al mio fianco e per avermi sostenuto durante la guida, le strade non erano facili. Abbiamo portato anche una Mirai per mostrare le procedure di rifornimento e mostrare il potenziale dell’idrogeno in Europa per arrivare alla  carbon neutrality”.

Akio Toyoda e Juha Kankkunen

Kankunnen ha aggiunto. “Toyoda ha guidato molto bene. Dal canto suo l’idrogeno garantisce molta coppia, simile a un classico benzina. Penso che questo alimentazione sarà una delle opzioni del futuro. Non solo nel motorsport, anche nelle auto per il quotidiano”.

Ultima modifica: 23 Agosto 2022

In questo articolo