Mobilità elettrica, intesa tra Enel e Aci sui piani di sviluppo per le nuove colonnine

321 0
321 0

Due grandi realtà aziendali italiane si uniscono per lavorare sulla transizione energetica e sulla mobilità elettrica all’interno del nostro Paese. Enel X Way e Aci hanno infatti firmato un’intesa per valorizzare la e-mobility attraverso una serie di piani di sviluppo che saranno condivisi da qui ai prossimi anni. Le due aziende hanno deciso di individuare alcune aree idonee per l’installazione dei punti di ricarica ideati appositamente da Enel X Way sia per l’ambito pubblico che per il privato. Al momento esistono già 18mila punti installati su tutto il territorio dall’azienda energetica, in futuro l’obiettivo è quello di collocarne di ulteriori favorendo i viaggiatori ed evitando collocazioni “indigeste” lungo il percorso di strade e autostrade, con le colonnine piazzate in punti nei quali risulta complicato usufruirne. Questo sarà più semplice attraverso la condivisione tra chi si occupa della mobilità in Italia e chi dello sviluppo energetico.

«Viaggiare in elettrico non vuol dire solo spostarsi in maniera sostenibile, ma concepire e vivere in prima persona un’esperienza di trasporto innovativa, digitale e meno invasiva – dice Elisabetta Ripa, Ceo di Enel X Way – Siamo soddisfatti dell’avvio di questa collaborazione con Aci perché traccia le linee-guida del presente e del futuro della mobilità elettrica del paese, attraverso lo sviluppo di progetti e sinergie che puntano su due elementi fondamentali: l’elaborazione di soluzioni su misura dell’utente e delle sue esigenze e la capacità di fare sistema con le più importanti associazioni ed imprese del settore automotive».

Tra le future installazioni potrebbero esserci sia punti di ricarica HPC, High Power Charging, le più potenti in circolazione con capacità di ripristinare l’80% delle capacità della batteria del veicolo, sia soluzioni differenti come il WayMedia. Nel primo caso si tratta di una soluzione ultraveloce, utilissima per chi ha tempi ristretti ma ad oggi non così presente sul territorio nostrano. I punti di ricarica lungo lo stivale hanno superato infatti quota 41mila, ma per la maggior parte funzionano in AC e DC.

WayMedia è invece una struttura integrata in cui oltre al servizio di ricarica per i viaggiatori sono presenti anche quelli di advertising multimediali, appositamente tarati per il contesto territoriale in cui verranno installati gli apparecchi. Ogni singola installazione è dotata di un display led di ultima generazione che consente di avere non solo un punto di ricarica per la comunità, ma anche spazi pubblicitari gratuiti e un canone generato proprio dalla pubblicità.

«In questa fase di transizione e cambiamenti della mobilità – afferma invece il Presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani – è importante avere dei partner competenti che svolgono ruoli strategici nel settore come Enel X Way. Il protocollo siglato è il miglior seguito alle attività per la mobilità elettrica già svolte dal laboratorio sperimentale presso il Centro di Guida Sicura Aci Sara di Vallelunga».

Lo sviluppo di pari passo tra Enel X Way e Aci riguarderà anche la crescita dell’Automobile Club Italia nelle proprie sedi. L’accordo prevede infatti che il colosso energetico collabori anche per uno sviluppo sostenibile nelle sedi dell’Aci attraverso un utilizzo per l’elettrificazione delle sedi.

Ultima modifica: 27 Aprile 2023