Mazda: entro il 2030 solo auto elettrificate

3080 0
3080 0

Anche Mazda da il via al proprio programma elettrico. La casa giapponese ha infatti annunciato l’avvio del progetto chiamato “Sustainable Zoom-Zoom 2030”, che prevede l’elettrificazione completa della gamma entro il 2030 (95% veicoli ibridi e 5% full electric). Il piano inizierà con il lancio del primo veicolo completamente elettrico firmato Mazda nel 2020 e una nuova serie di motorizzazioni ibride con l’utilizzo di motori rotativi (Wankel).

L’obiettivo di questo programma è, secondo i vertici Mazda, di ridurre le emissioni di CO2 del 50% entro il 2030 e del 90% nel 2050, prendendo come base i valori del 2010.

Leggi anche: Motore Wankel: funzionamento, pro e contro

L’importanza del motore rotativo

Un ruolo fondamentale in questo passaggio è affidato al motore rotativo, una tipologia di propulsore che è stata coprotagonista della storia Mazda. Secondo il marchio nipponico le qualità del Wankel (leggerezza, dimensioni ridotte, potenza e silenziosità) sembrano essere le più adatte per la creazione di soluzioni full hybrid inedite e ancora più efficaci rispetto a quelle già in circolazione. Senza escludere,fra l’altro, la possibilità di utilizzare il GPL, dato che il Wankel è in grado di funzionare bruciando anche gas di petrolio liquefatti.

Leggi anche: Diesel, tanto rumore per nulla? La posizione, condivisibile, di Mazda

Ultima modifica: 2 Ottobre 2018