Le super batterie Scania-Northvolt rivoluzioneranno il mondo dei traporti

275 0
275 0

Anche il settore dei trasporti va sempre più spedito verso la svolta elettrica per un mondo sempre più sostenibile ad emissioni zero. Molte aziende produttrici di mezzi pesanti stanno infatti gradualmente sostituendo le proprie flotte di autotreni alimentati a diesel con quelli totalmente elettrici. In prima linea in questo tipo di rivoluzione c’è Scania, che da anni sta investendo molto in questo settore con soluzioni che ormai sono allo stesso livello, se non addirittura superiore a quelli a propulsione tradizionale. Fino ad ora i “trattori” 4×2 a sei batterie della casa svedese potevano garantire un’autonomia fino a 350 chilometri con una singola ricarica, a una velocità media di 80 km/h in autostrada e una massa complessiva di 40 tonnellate. La svolta epocale, però, potrebbe essere arrivata proprio quest’anno grazie alla collaborazione tra Scania e Northvolt per la produzione di una nuova generazione di batterie con un’eccezionale longevità di 1,5 milioni di chilometri, pari nella pratica all’intera vita del veicolo. Una durata di gran lunga superiore alla media attuale che si stima possa essere tra i 150.000 e 300.000 chilometri.

La sinergia tra Scania e Northvolt

Nasce nel 2017 la sinergia tra il colosso dei trasporti Scania e l’azienda leader della sostenibilità Northvolt per sviluppare e commercializzare la migliore soluzione a livello mondiale per alimentare i veicoli elettrici pesanti. Questa collaborazione si è concretizzata quest’anno con l’annuncio della produzione di una nuova batteria green per i veicoli elettrici pesanti, composta da celle agli ioni di litio, prodotta con energia elettrica da fonti rinnovabili nel nord della Svezia. La produzione di queste nuove “super batterie” avverrà presso la Northvolt Ett, la gigafactory situata nel nord della Svezia. Nel corso dell’anno, Scania inaugurerà una nuova fabbrica di batterie a Södertälje, sempre in Svezia, dove le celle saranno assemblate in pacchi batteria per la produzione di autocarri elettrici pesanti. La gigafactory Northvolt Ett è alimentata da energia elettrica da fonti rinnovabili al 100% (energia idroelettrica ed eolica). Grazie anche all’integrazione di ulteriori caratteristiche di produzione sostenibile, l’impronta carbonica stimata della cella in piena produzione di serie sarà di circa un terzo di quella di una cella di riferimento del settore fino ad oggi.

La parola ai protagonisti

C’è grande soddisfazione all’interno delle due aziende per il risultato raggiunto, come testimoniano le dichiarazioni dei due leader ai rispettivi siti. Peter Carlsson, CEO e co-fondatore di Northvolt: “All’inizio di questa partnership, Northvolt e Scania hanno concordato un calendario ambizioso per lo sviluppo di una batteria ad alte prestazioni che avrebbe permesso di sostenere il processo di elettrificazione del trasporto pesante definito da Scania. Dopo profonde fasi di sviluppo e convalida, consegnare ora delle celle che superano le aspettative iniziali in termini di prestazioni, è un risultato straordinario per tutti i soggetti coinvolti”. Di tenore simile le dichiarazioni di Christian Levin, CEO di Scania: “L’introduzione di queste nuove batterie rappresenta una pietra miliare nel percorso verso un sistema di trasporto sostenibile. Il futuro del trasporto pesante è anche elettrico e per sostenere i nostri clienti in questa transizione, in cui Scania si dimostra ancora una volta al vertice dell’innovazione, da oggi abbiamo queste batterie dalle prestazioni eccezionali. All’inizio dello sviluppo delle celle, abbiamo puntato su prestazioni elevate, bassi costi operativi e lunga durata. L’obiettivo era ottenere una durabilità per percorrere 1,5 milioni di chilometri con un mezzo pesante Scania. I test effettuati durante tutte le fasi di sviluppo dimostrano che questo requisito può essere soddisfatto e addirittura superato”.

Ultima modifica: 2 Maggio 2023