La Gran Bretagna dice stop a benzina e diesel dal 2040

2277 0
2277 0

A partire dal 2040 non verranno più venduti veicoli diesel e benzina in Gran Bretagna e, dal 2050, sarà vietata la loro circolazione su tutte le strade inglesi. Il governo britannico ha annunciato un provvedimento importante contro l’inquinamento, che si affianca ad altri simili progetti già annunciati da altri paesi, come per esempio India, Norvegia e Francia.

STOP ALL’INQUINAMENTO IN GRAN BRETAGNA
“Vogliamo combattere l’inquinamento in ogni angolo del nostro Paese”, ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Michael Gove nell’annunciare l’investimento di 3,5 miliardi di euro previsto per i prossimi anni, con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’aria e mettere un freno ai cambiamenti climatici. Nuove piste ciclabili, aree pulite, restrizioni del traffico, miglior scorrimento delle auto, variazioni dei percorsi: sono solo alcune delle idee che verranno messe in pratica dal governo britannico.

LE POLEMICHE AL PIANO DI GOVE
Il piano di azione del governo, simile a quello annunciato dalla Francia di Macron, ha però suscitato qualche dubbio. In primis da parte di Greenpeace, che vede il 2040 come un periodo troppo lontano e la necessità invece di fermare i danni che l’ambiente sta subendo come indispensabile quanto prima. La voce delle case automobilistiche non si è fatta attendere: richiedono maggiore sostegno nella produzione delle vetture elettriche, con l’introduzione di incentivi per i consumatori. “Se il governo vuole legiferare deve anche dare assistenza, altrimenti si distrugge parte dell’industria”, ha commentato Andy Palmer, CEO di Aston Martin.

Ultima modifica: 7 Settembre 2017