Black out elettriche: in Danimarca crolla il mercato

3303 0
3303 0

Il mercato delle auto elettriche in Danimarca è crollato nel primo trimestre 2017. Il -60% rispetto ai 12 mesi precedenti è un dato quasi clamoroso. Il mercato dei Paesi scandinavi è uno dei più importanti per queste vetture, la Danimarca era stata una delle pioniere in questo campo. Nel 1995 fu addirittura la prima nazione al mondo a promuovere una legge ambientalista.

Questo -60% è in decisa controtendenza con altri mercati. In Svezia, ad esempio, si segnalata una crescita dell’80%, in Europa un +30%. L’irrigidimento delle legislazioni e la progressiva eliminazione degli incentivi statali hanno provocato questo collasso.

Nel 2015 il Governo danese ha adottato un nuovo regime fiscale che di fatto ha tolto ogni tipo di agevolazione alle vetture elettriche. Prima di quella data, le auto ad alimentazione tradizionale venivano tassate del 180%.

Come ha recentemente dichiarato Laerke Flader, capo della Danish Electric Car Alliance, “il nuovo regime fiscale ha ucciso il mercato“. Tutti i costruttori stanno risentendo della novità, in particolare Tesla che dominava il mercato con la sua Model S. Nel 2015, la Casa di Elon Musk aveva venduto 2.738 vetture in Danimarca, lo scorso anno 176.

Capito l’autogol, il Governo danese sta provando a metterci una pezza studiando nuovi incentivi che fino al 2022 potrebbero rilanciare il mercato.

Ultima modifica: 13 Giugno 2017