Biometano liquefatto, Blu Way e Total Italia insieme per la ecosostenibilità

1764 0
1764 0

Biometano liquefatto, il carburante ecologico fa passi in avanti. Vi riportiamo la news da Federmetano.

Blu Way, società del Gruppo Rete SpA – realtà associata Federmetano, e Total Italia hanno inaugurato lo scorso 14 luglio la distribuzione di biometano liquefatto nelle stazioni del circuito BLU. L’evento si è tenuto presso una delle stazioni del network BLU WAY a San Maurizio Canavese (TO), a distanza di poche settimane dall’avviamento dell’impianto di BIO INDUSTRIA di Verolanuova (Brescia), nel quale è prodotto il biometano liquefatto destinato alle stazioni di Blu Way grazie a Total Italia.

Il progetto si colloca in un più ampio disegno strategico che accomuna Blu Way e Total Italia e ha l’obiettivo di contribuire sensibilmente alla riduzione dell’intensità media di carbonio emessa dai prodotti energetici utilizzati.

Blu Way sarà il primo operatore in Italia ad assumere l’impegno di distribuire una quota minima percentuale di biometano liquefatto sulle stazioni del proprio network. Total Italia, attraverso la definizione e l’applicazione di un disciplinare certificato, implementerà un sistema di controllo e monitoraggio della filiera di approvvigionamento del prodotto atto a garantire una verifica puntuale dei quantitativi di bio-metano liquido consegnati e il rispetto delle quote minime di prodotto di origine bio sulle diverse stazioni di servizio.

Dante Natali – Presidente Federmetano – è intervenuto durante la giornata.

“Federmetano lavora costantemente per far comprendere le enormi potenzialità insite nell’utilizzo del biometano, quale soluzione in grado di ridurre in modo immediato l’impatto dei trasporti sull’ambiente e valorizzare al tempo stesso il territorio e la sua economia. Obiettivo che ha guidato l’Associazione nel confronto con i decisori politici affinché al biometano fosse riconosciuto degno spazio nel PNRR, provvedimento nel quale il gas naturale di origine bio è destinatario di investimenti pari a circa 2 miliardi di euro. Ricordo che già oggi il 20% del metano usato in autotrazione è biometano, una percentuale significativa in termini di minori emissioni e di concreto contributo al trasporto sostenibile, ben oltre quello che è attualmente possibile con altre tipologie di alimentazione considerate a minor impatto ambientale”.

“È notevole che circa 2,04 mld di km ogni anno siano percorsi dagli 1,088 milioni di veicoli a gas naturale attualmente circolanti in Italia a impatto zero. Veicoli che possono muoversi da subito utilizzando energia 100% rinnovabile a zero emissioni di CO2, senza necessità di modifiche motoristiche e contando su una rete distributiva che comprende quasi 1.500 punti vendita. Una rete capillare su tutto il territorio nazionale e che potrebbe essere eguagliata da quella LNG, considerato che a ottobre 2021 dovrebbe essere operativo il primo deposito LNG in loco a Ravenna (a opera di Depositi Italiani GNL – società costituita da Edison e PIR), novità che potrà agevolare un incremento dei punti vendita di LNG anche nel Sud del Paese”.

“Non posso che complimentarmi con le realtà che oggi hanno presentato un progetto mirabile e che sono riuscite a realizzare un sistema di controllo in grado di garantire che la quantità di bioLNG consegnata alle stazioni di servizio coinvolte sia effettivamente quella stimata”

 Siamo lieti di concretizzare oggi il progetto con BLU WAY di Rete Spa, le cui basi sono state poste alcuni mesi fa grazie ad una partnership per lo sviluppo e la promozione dell’offerta di GNL nel nostro Paese. Total Italia, in linea con gli obiettivi della Compagnia, sta realizzando diversi progetti in funzione dell’obiettivo climatico net zero e questo è un altro importante tassello della nostra offerta multi energetica. Ci auguriamo di poter presto dare ulteriori notizie di questo progetto ambizioso e che ci vede, insieme, protagonisti della creazione di economia sostenibile a partire dal rispetto del nostro ambiente”, ha commentato Filippo Redaelli, Amministratore Delegato Total Italia.

Teseo Bastia, Amministratore Delegato Rete S.p.A., ha dichiarato: “il nostro Gruppo ha creduto molti anni fa nel gas naturale liquido quale soluzione concreta e pragmatica per offrire un’alternativa ai combustibili tradizionali. Da qui è iniziato il processo di rinnovamento del nostro Gruppo in un’ottica di diversificazione e innovazione dell’offerta, che ha visto la nascita del progetto BLU nel 2018, recentemente confluito in BLU WAY pochi mesi fa. Siamo orgogliosi, oggi, di poter essere ancora una volta protagonisti di un percorso ambizioso e innovativo, attraverso il quale il nostro Gruppo dimostra di voler creare un nuovo modello di distribuzione attraverso la proposizione di carburanti ecosostenibili”.

Le parole di Marco Lucà, Amministratore Delegato Blu Way S.r.l.

L’obiettivo che si pone Blu Way è quello di poter rifornire i mezzi sulle stazioni del proprio network con biometano al 100%, nell’ottica di avere una filiera sempre più virtuosa e di garantire un’economia circolare reale. Come primo passo di questa “roadmap” Blu Way ha scelto di distribuire una quota percentuale di biometano sulle proprie stazioni a marchio BLU LNG, certificando in modo puntuale e accurato tutto il processo con un innovativo sistema di monitoraggio sviluppato grazie alla collaborazione con TotalEnergies. Vogliamo attraverso questo progetto contribuire attivamente e concretamente allo sviluppo di una filiera virtuosa che possa portare in futuro alla decarbonizzazione dei trasporti”.

Leggi ora: le news di Federmetano

Ultima modifica: 28 Luglio 2021