Auto elettrica, per gli italiani è l’innovazione, ma è ancora troppo costosa

1774 0
1774 0

Se avessero un budget illimitato, i guidatori italiani metterebbero il rispetto dell’ambiente tra i primi criteri nella scelta dell’auto, mentre si mostrano meno interessati all’eleganza del veicolo e alle sue prestazioni sportive. Il limite, ad oggi, è il costo ancora troppo elevato della tecnologia green. È questa la fotografia che emerge dall’Osservatorio di ConTe.it, frutto dell’analisi condotta da Nextplora e ConTe.it, brand assicurativo italiano del Gruppo Admiral specializzato nella vendita online di polizze auto e moto.

La stragrande maggioranza degli intervistati (il 77%) dichiara di preferire l’acquisto di un’auto nuova con precise specifiche, rispetto all’usato (23%). Le caratteristiche principali che guidano nella scelta del veicolo sono il prezzo interessante (40%), l’adattabilità alle esigenze della famiglia (26%), la robustezza e il livello di sicurezza (24%). Il rispetto dell’ambiente figura tra i requisiti meno richiesti, raggiungendo solo il 7%. Poco prima della scelta di auto di tendenza (5%) e che rappresentano uno status simbol (2%).

Eppure alla domanda “Se avessi un budget illimitato, cosa influirebbe maggiormente nella scelta della tua nuova auto?” il 29% sceglie l’alta tecnologia, il 28% la sicurezza e il 24% il fattore green. Mentre rimangono in fondo alla classifica l’aspetto estetico e il prestigio del mezzo.

In effetti, secondo il parere dei guidatori italiani, i maggiori vantaggi che l’innovazione può portare alla mobilità sono:

  • Un livello di sicurezza più alto, per esempio con sistemi elettronici di assistenza alla guida come i rilevatori di stanchezza del conducente o il cruise control adattivo (41%).
  • Un risparmio economico derivante da un sistema intelligente di controllo dei consumi (19%)
  • Un minor impatto ambientale (18%).

Lo svantaggio della tecnologia d’avanguardia riguarda però l’aumento dei costi legati all’acquisto del mezzo (32%) e alla sua manutenzione o riparazione in caso di guasto (23%).

Un altro dato interessante che emerge dalla ricerca è il differente comportamento di genere nella scelta del veicolo. Infatti, le donne sono più propense a chiedere il parere di un’altra persona prima di prendere una decisione in merito al modello (il 42%, contro il 26% degli uomini), agli optional (il 40% contro il 22% degli uomini), al budget di spesa (il 45% contro il 23% degli uomini) e alla polizza assicurativa (il 42% contro il 17% degli uomini).

Prima dell’acquisto gli italiani comunque svolgono approfondite ricerche per prendere una decisione. Il concessionario rappresenta di gran lunga la fonte più utilizzata (56%), insieme al sito internet delle case automobilistiche (36%). Comparatori online (21%) e le riviste di settore (20%) seguono a distanza.

Note metodologiche: Indagine quantitativa condotta da Nextplora a ottobre 2019 con metodologia CAWI su un campione di 1000 individui rappresentativi per genere, età e area geografica della popolazione italiana di 18+ anni e di individui di 18+ anni residenti nelle Province di Bologna, Milano, Palermo, Roma, Torino.

Ultima modifica: 27 Gennaio 2020