Officine Ruggenti, auto vintage ma con motore elettrico

26350 0
26350 0

Nel cuore della capitale economica d’Italia, a due passi dal Duomo, prende il via il progetto OFFICINE RUGGENTI. In via Gabba al numero 1, ha aperto la sede amministrativa del primo atelier italiano. Grazie alla Newtron Engineering unico produttore di kit retrofit omologati a livello europeo, trasforma auto classiche o vintage in elettriche. Equipaggiate con batterie al litio che assicurano autonomie di percorrenza sino a 250 km.

Un’operazione che, grazie alle previsioni contenute nel Decreto Retrofit, in vigore dal 1° gennaio 2016, potrà essere eseguita senza la necessità di riomologare la macchina. A livello burocratico, infatti, è richiesto solo un semplice aggiornamento della carta di circolazione. In questo modo è possibile conservare la targa originale del veicolo, a vantaggio del relativo valore storico.

L’operazione comporta a livello tecnico la sostituzione delmotore endotermico con un motore elettrico brushless. E l’aggiunta delle batterie di trazione. Senza modifiche di altro tipo per quello che riguarda le parti meccaniche.

In alternativa al “trapianto di cuore” completo, OFFICINE RUGGENTI, che aprirà il suo primo store in autunno, proporrà in futuro anche la possibilità di rendere ecologiche le auto vintage dotandole di alimentazione ibrida plug-in. In questo caso con autonomie in marcia elettrica a zero emissioni di 30-80 km, a seconda delle dimensioni degli accumulatori installati e delle caratteristiche tecniche della vettura.

OFFICINE RUGGENTI attraverso la distribuzione delle esclusive produzioni in piccola serie di Officine Amarcord propone anche l’acquisto di vetture storiche già trasformate in bellezze d’antan ecologiche. In questo caso non ci troviamo di fronte solo a restauri integrali e parziali delle auto, ma a vere e prorie opere d’arte di alta tecnologia e artigianalità italiana che comprendono la revisione di tutta la meccanica dell’auto, la personalizzazione di interni ed esterni e la digitalizzazione della parte infotainment, con la possibilità di integrare l’impianto audio di bordo con moderni sistemi multimediali (montabili anche a scomparsa grazie all’uso di smartphone) e dispositivi per la connessione hot-spot a Internet.

La nuova realtà italiana ha scelto la Settimana del Design di Milano per il suo debutto in società, dal momento che rappresenta la cornice ideale per presentare un progetto legato alla mobilità “green”. Che ha anche valenze culturali e che utilizza solo avanzata tecnologia di produzione made in Italy. Fondata da Andrea Garibbo, imprenditore milanese con interessi in vari campi fra cui quello immobiliare, OFFICINE RUGGENTI si propone infatti di diffondere vari aspetti legati allo stile di vita “green”, puntando inizialmente sulla mobilità elettrica.

Per questo partirà con un progetto indirizzato agli appassionati di vetture storiche. Ma è già stato deciso che allargherà il proprio campo d’azione alla restante platea degli automobilisti. E di chi per lavoro si muove con una macchina o con un mezzo commerciale.

Per la trasformazione dei veicoli vintage in mezzi ecologici, OFFICINE RUGGENTI si avvarrà delle conoscenze tecniche e del portafoglio prodotti di Newtron Engineering Srl, che dispone di un ampio ventaglio di soluzioni omologate sia per quello che riguarda i motori elettrici sia per gli accumulatori. Il listino ufficiale per le esclusive vetture in piccola serie distribuite da Officine Ruggenti parte da circa 23.500 euro oltre IVA, ma si tratta di una cifra indicativa in quanto il costo può variare molto sia in base alle richieste del cliente (prestazioni, personalizzazioni e autonomia) sia in relazione al modello di vettura.

Per la conversione di vetture di proprietà del cliente con il kit di retrofit di Newtron Engineering le batterie possono essere acquistate o noleggiate a partire da 89 euro al mese e la spesa dell’operazione può, eventualmente, essere in parte coperta dalla rivendita sul mercato dell’usato del motore a scoppio. Dati i costi della “power unit” relativamente contenuti (si parte da 5.900 euro+IVA), la trasformazione può essere considerata anche una soluzione “intelligente” e conveniente per ripristinare veicoli che si ritrovano con il propulsore a benzina o a gasolio in condizioni inutilizzabili o che, appunto, non possono più circolare liberamente a causa delle normative sui gas di scarico.

Garibbo, affiancherà alla realizzazione del suo atelier anche il completamento di un progetto in corso d’opera. Destinato a dare un contributo concreto alle infrastrutture cittadine per la ricarica dei veicoli. Un piano intero del garage multipiano di via Gabba sarà, infatti, attrezzato con sistemi di ricarica rapida. Per permettere il ricovero di veicoli elettrici e il loro rifornimento in breve tempo.

I veicoli trasformati montano motori elettrici di tipo trifase brushless. Per quello che riguarda le batterie si tratta di accumulatori agli ioni-litio di potenza variabile a seconda delle richieste del cliente. La loro ricarica può essere effettuata sia con normali prese residenziali sia tramite le colonnine rapide fino a 22 KW. Per quello che riguarda i costi, si può stimare che la trasformazione di veicoli a combustione in elettrici permetta risparmi relativi al solo carburante di circa 5.400 euro per percorrenze di 30.000 km.

A ciò si aggiunge l’assenza dell’onerosa manutenzione del motore a benzina o a gasolio (ricambi, oli, fltri, ecc.). La differenza nella spesa fra il costo del carburante e della manutenzione può permettere così di compensare in tutto o in parte i costi della trasformazione.

Secondo l’Istituto Swg oltre il 70% degli automobilisti italiani sarebbe disponibile ad acquistare un’auto elettrica. Uno su dieci la comprerebbe di sicuro se fossero ampliamente disponibili in commercio. E avesse modo di testare il mezzo. Il 54% chiede buona autonomia di chilometri e più punti di ricarica. Il 45% vorrebbe incentivi pubblici. E il 40% che le elettriche costassero come le auto oggi in commercio.

La collaborazione fra OFFICINE RUGGENTI e Newtron Engineering Srl rende oggi possibile dare risposta a parte di queste domande. Grazie a un portafoglio prodotti ampio, flessibile e adatto a tutte le tasche, il nuovo atelier milanese permetterà ai propri clienti di guidare auto da sogno. Nel pieno rispetto dell’ambiente e con un comfort acustico di marcia senza pari. Possibile grazie all’assoluta silenziosità dei propulsori elettrici.

La sfida “culturale”

Per il fondatore di OFFICINE RUGGENTI, Andrea Garibbo, quella che sta per partire. “E’ una vera operazione culturale che punta a diffondere un nuovo modo di vivere l’auto. Se penso per esempio alla mia Milano, al suo splendido centro storico. Alle opportunità che offre  non riesco a immaginare a nulla di più emozionante che coglierle arrivando al volante di una meravigliosa spider d’antan. Ma alimentata a propulsione elettrica”.

E ancora. “Questo vale per Milano come per Roma, Firenze, Torino e Palermo. E per i centri storici della maggior parte delle città della nostra splendida Italia. Che, ora, possono essere vissuti e apprezzati al volante con emozioni mai provate. Il gusto per il bello tipico dei carrozzieri del passato, l’abilità costruttiva dei maestri artigiani d’un tempo si sposano in questo progetto con il piacere di soluzioni tecnologiche moderne. E con il comfort e la silenziosità di marcia che solo la propulsione elettrica può offrire. Con massimo appagamento anche per la coscienza ambientalista”.

Ultima modifica: 4 Aprile 2017

In questo articolo