Un museo di auto d’epoca lungo la via Emilia

786 0
786 0

 

 

 

{{IMG_SX}}Piccoli gioielli su due o quattro ruote appartenenti a collezionisti privati che per la prima volta si svelano al grande pubblico: sono ad esempio l’Alfa Romeo di Tazio Nuvolari, l’inconfondibile auto-sigaro Fiat Chiribiri fino all’unica raccolta in Europa di clacson di ogni epoca. Le 12 gallerie che li ospitano sono state riunite in un nuovo circuito museale che si puo’ visitare da Reggio Emilia fino a Rimini. Il tour fa parte del progetto ‘Terra di motori’ realizzato dalla Regione Emilia-Romagna insieme a Provincia di Modena e Apt Servizi. Un’occasione per scoprire pezzi storici e originali rimasti a lungo chiusi dentro dimore familiari. ( Nella foto l’ Alfa Romeo 2300 MM)

 

Ora ogni galleria avra’ orari, giorni di apertura e un numero di telefono per prenotare le visite. Cosi’ ad esempio nel castello di Panzano a Castelfranco Modenese (Mo) si potranno ammirare l’Avio 815 (datata 1940), la prima macchina costruita da Enzo Ferrari o l’Alfa Romeo 2300 di Nuvolari. A Modena spicca il museo dell’auto e moto d’epoca Umberto Panini (uno dei figli della ‘dinastia’ delle figurine, noto appassionato di motori), che sfoggia una raccolta di 40 Maserati tra cui la 6CM del 1936, prodotta in 27 esemplari e vincitrice della targa Florio.
 

 

A Dosso, nel ferrarese, c’e’ il museo Ferruccio Lamborghini mentre a Falciano (San Marino) luccicano 25
Ferrari
e una quarantina di Abarth. Per gli appassionati della Vespa, imperdibile la visita al museo monotematico
appena inaugurato a Ravenna, che conta 150 pezzi raccolti da un concessionario di ricambi. Ad accompagnare
l’iniziativa anche un filmato sulle 12 gallerie raccontato da Patrizio Rovers

Ultima modifica: 16 Novembre 2017