Laguna GT, prestazioni sportive Utilizza il sistema Active Drive

1010 0
1010 0

L’innovativo telaio  a quattro ruote sterzanti rende la vettura piu’ maneggevole e incollata alla strada. La GT  costera’ 31mila euro nella versione berlina a benzina e 33mila euro per quella diesel. Per i corrispondenti modelli SporTour bisogna aggiungere altri 1.000 euro. In Italia a meta’ giugno

{{IMG_SX}}Dopo la commercializzazione di new Laguna,  e’  in arrivo sul mercato italiano la nuova versione sportiva denominata GT che presenta come novita’ assoluta il sistema a quattro ruote sterzanti 4RD (quattro ruote direttrici come l’hanno definita in Renault). La GT, che sara’ sia berlina che SporTour, si presenta con piccoli ma significativi ritocchi alla carrozzeria. Infatti, all’estremita’ del lungo cofano spiovente, il frontale esibisce una calandra  ritoccata, decisamente piu’ aggressiva.  Altri caratteri distintivi sono dati dalle prese laterali, dai proiettori anteriori con una mascherina nera, e dai pneumatici ribassati Bridgestone ”Potenza” con dimensioni 225/45 da 18 pollici con un disegno che lascia intravedere i grandi dischi dei freni. Posteriormente c’e’ il doppio terminale di scarico cromato e gruppi ottici fume’.

 

{{IMG_SX}}Per assicurare stabilita’ alla vettura, debutta anche l’innovativo sistema  Active Drive a quattro ruote sterzanti che offre numerosi vantaggi quali una maggiore maneggevolezza nella guida e un comportamento dinamico piu’ reattivo.  L’Active Drive in pratica ha funzioni specifiche a secondo della velocita’. Fino a 60 km/h le ruote posteriori ruotano in senso opposto rispetto a quelle dell’avantreno, raggiungendo un’angolazione massima di 3,5 gradi nelle manovre di parcheggio. In questa situazione lo sterzo e’ piu’ diretto e migliora l’agilita’ della Laguna: diminuisce infatti l’angolo di sterzata necessario per affrontare una curva. Oltre i  60 km/h il sistema offre una maggiore precisione di guida, come se viaggiasse su delle rotaie. Sterzando infatti le ruote posteriori nello stesso senso e simultaneamente rispetto a quelle anteriori, contrasta l’effetto della forzacentrifuga che tenderebbe a far slittare il retrotreno in curva. La velocita’ di percorrenza in curva risulta cosi’ aumentata a vantaggio della stabilita’ e della tenuta di strada. Nelle situazioni di emergenza l’Active Drive e’ fondamentale nella manovra di evitamento ostacoli perche’ permette alle ruote di sterzare fino a 3,5 gradi e in collaborazione con l’Esp (il controllo della stabilita’) facilitando lo scarto. L’Actiive Drive riconosce anche le situazioni di frenata asimmetrica, con aderenza differente tra i due lati delle ruote. Il sistema e’ completamente elettronico ed e’ ”by ware”, senza connessioni meccaniche.

 

{{IMG_SX}}Due sono i motori disponibili,  un 2.0 litri a benzina da 105 cv e un turbodiesel da 180 cv con Fap, il filtro antiparticolato, di serie. Le prestazioni sono ovviamente da vera sportiva: con una velocita’ massima compresa tra i 217 km/h della station diesel, e i 232 km/h della piu’ potente berlina a benzina. L’accelerazione da 0 a 100km/h va dagli 8.7 secondi della station diesel ai 7.8 secondi della berlina a benzina. Il listino parte da 31.000 euro per la berlina a benzina e da 33.000 euro per quella diesel. Per i corrispondenti modelli SporTour bisogna aggiungere altri 1.000 euro. Sara’ lanciata con un’open week end nei giorni 14-15 giugno.
 

Ultima modifica: 16 Novembre 2017