Salone di Francoforte, si dia inizio alle danze

907 0
907 0

La 62ª edizione del salone di Francoforte e’ tutta proiettata verso il futuro dell’auto, come sottolinea per altro il claim di quest’anno ‘See what’s driving the future’ che rapprresenta una una svolta soprattutto per i tedeschi. Saranno dunque Bmw, Mercedes e Gruppo Volkswagen le protagoniste assolute. La Bmw portera’ a Francoforte una messe di anteprime mondiali delle quali fanno parte la Serie 6 Coupe’ e Cabrio, la Serie 5 con la 520i e 520d, le nuove motorizzazione della serie 3, la Serie 1 Coupe’ e altre. Ma la parte del leone la fara’ il sistema EfficientDynamics, al debutto sui nuovi modelli.

La strategia della Casa di Monaco, infatti, e’ di contenere consumi ed emissioni senza penalizzare il piacere di guida. Nel 2008 circa il 40% delle auto vendute dalla BMW in Europa avra’ un valore massimo di CO2 di 140 gr/Km. A Francoforte ci sdara’ l’attesa Bmw M3, potentissima e performante come un’auto da corsa. Ma l’attesa maggiore per i giovani e non solo con il marchio Mini arriva l’inedita Clubman (nella foto).

Rispetto alla normale Mini, la Clubman presenta una carrozzeria cresciuta in lunghezza di 24 centimetri e un passo allungato di 8 centimetri del quale beneficia soprattutto lo spazio nei sedili posteriori. L’idea geniale sta in una piccola porta supplementare sul lato destro della fiancata e dalle due ante della Splitdoor della coda.

Al momento del lancio in Europa la Mini Clubman sara’ disponibile in tre motorizzazioni. In testa la Cooper S Clubman con il 4 cilindri 1,6 litri con turbocompressore Twin-Scroll, iniezione diretta di benzina e una potenza di 175 cv. Poi la Cooper Clubman con 120 cv assicura un buon divertimento di guida, mentre il ruolo di alta efficienza lo assume la Cooper D Clubman (nella foto al centro) il cui motore diesel da 1,6 litri di cilindrata 110 cv offre un consumo di carburante basso. La Cooper D Clubman ha un consumo medio di carburante di 4,1 litri per 100 chilometri e delle emissioni di CO2 di 109 grammi per chilometro.

La Mercedes conta sulla tecnologia Bluetec che rende i diesel piu’ puliti, un sistema che purifica i gas di scarico che ha lanciato per la prima volta nel 2006 negli Stati Uniti. E adesso la propone sul mercato europeo sulla nuova E 300 Bluetec, che beneficia di questo speciale post trattamento dei gas di scarico.

Equipaggiata con un efficiente sei cilindri diesel CDI di 3.0 litri, la E 300 Bluetec ha 221 Cv, 540 Nmdi coppia e brucia 7,3 litri di gasolio per 100 km. Tutti i futuri modelli Bluetec saranno in grado di rispettare la norma Euro 5 in vigore a partire dal 2011. Anche la Volkswagen punta sui modelli diesel BlueMotion, un marchio che significa consumi di carburante piu’ bassi ed emissioni inquinanti contenute. La capofila di questa serie di nuove proposte sara’ la Golf BlueMotion, che affianchera’ le BlueMotion gia’ presenti sul mercato: Polo, Passat e Passat Variant.

Con il marchio Audi il GruppoVW punta sui diesel. A partire dalla seconda meta’ del 2008, l’Audi produrra’ in serie motori Diesel basati sulla tecnologia piu’ pulita al mondo che utilizza l’additivo Ad-Blue. Sono i motori TDI che vedremo in anteprima a Francoforte sulla nuova A4, che debutta in questa occasione, e sulla A5. Anche il Gruppo Fiat scende in campo con proposte su tutti i fronti come la Panda Aria (nella foto in basso), un concept che raggiunge il risultato record di 69 g/km di CO2. A corollario la Panda Panda Climbing e la Multipla Natural Power Edizione Speciale 360o, ambasciatrici dell’ampia e articolata gamma Natural Power con doppia alimentazione benzina/metano. Si aggiungono nella ”zona ecologica” dello stand italiano la Grande Punto e la Bravo con i nuovi propulsori 1.4 T-Jet da 120 cv e 150 cv che attualmente rappresentano il miglior esempio della ricerca di Fiat nel campo delle motorizzazioni tradizionali sviluppate per ridurre l’impatto ambientale.

Piero Campani

Ultima modifica: 16 Novembre 2017