Ferrari, va all’asta un pezzo di storia Per la 375 Mille Miglia si parte da 5 milioni

1272 0
1272 0

L’ultima ‘MM’ costruita a Maranello sara’ battuta al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este in maggio. L’aspetto e’ tuttora immacolato, la meccanica versa in condizioni eccellenti

Roma, 27 gennaio 2011 – La tecnologia costa, l’elettronica si paga, ma la storia non ha prezzo. La Ferrari 375 MM va all’asta, si parte da 5 milioni di dollari. Le particolarita’ che rendono questa vettura del 1955 unica e cosi’ preziosa sono due: e’ stata l’ultima della sua classe ad essere costruita a Maranello ed e’ l’ultima Rossa che ha avuto l’onore di essere chiamata ‘Mille Miglia’. Diamo ora uno sguardo alla storia di questa leggendaria auto.
 

Dopo essere stata esposta al Salone di Torino nel 1955, la 375 MM fu riportata dal carrozziere Pininfarina per una serie di modifiche, prima di essere consegnata al suo primo proprietario. Passarono 5 anni, e nel 1960 la vettura fu spedita oltreoceano e li’ e’ rimasta fino a oggi. Nel 2003 e’ stata sottoposta ad un restauro radicale dallo specialista Wayne Obry’s Morion Product Inc. e riportata allo stesso splendore del primo salone di Torino a cui ha partecipato.
 

Da allora si e’ esibita in numerosi show e concorsi internazionali, compresi i prestigiosi Concourse d’Elegance a Pebble Beach, nel 2004, e Concorso Villa d’este del 2005, dove ha raccolto numerosi premi. Ora pero’ la casa d’aste canadese RM Auctions ha deciso di concedere al migliore offerente il lusso di portarsi a casa un pezzo di storia del Cavallino. L’occasione sara’ il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, in programma il 21 maggio a Cernobbio.
 

“Siamo orgogliosi – ha dichiarato Max Girardo, amministratore delegato della RMAuctions Europa – che gli attuali proprietari ci abbiano affidato la loro magnifica automobile per la prima volta all’asta. La Ferrari 375 MM presenta un aspetto immacolato e una meccanica in condizioni cosi’ eccellenti da polarizzare l’interesse dei collezionisti piu’ attenti”.
 

“Il debutto a Villa d’Este – ha concluso Girardo – e’ la migliore presentazione per una vendita all’asta, soprattutto se si considera il valore storico eccellente del modello e la qualita’ di un restauro che l’ha riportata ai migliori standard”.
 

La 375 MM, verniciata in due tonalita’ (avorio e blu metallizzato), sfrecciava fino a 289 Km all’ora ed e’ stata costruita in piu’ esemplari nella sua prima versione, solo 7 nella seconda

Ultima modifica: 16 Novembre 2017