India, boom di venite auto nel 2010: +31%

803 0
803 0

Il Paese asiatico si conferma fra i mercati piu’ attraenti. Per il 2011 previsto un rallentamento della crescita, stimata intorno al 15%

New Dehli, 12 gennaio 2011 – L’Associazione indiana dei produttori di automobili ha fornito i dati relativi alle vendite auto del 2010. Si e’ registrata una crescita globale del 31%; nel dettaglio i veicoli commerciali sono aumentati di oltre il 45%, mentre i motocicli sono saliti del 30%.
 

La previsioni parlano di un’ulteriore crescita, anche se rallentata, nel 2011, con stime che si attestano intorno al + 15%. Numeri che comunque confermano il Paese asiatico fra i piu’ attraenti per l’industria mondiale dell’auto. Ne sono convinte anche le grandi Case che per il prossimo anno hanno in programma investimenti importanti sia negli stabilimenti in loco, sia per quanto riguarda l’introduzione di nuovi modelli.
 

Cifre alla mano, la Maruti Suzuki detiene oggi la maggior quota di mercato con 75.652 auto vendute nel dicembre 2010 (+ 21% rispetto allo stesso mese del 2009) seguita da Hyunday Motor India (26.006 auto, +17%) e Tata Motors (16.941 auto, +31%), partner di Fiat in India. Le vendite della casa automobilistica torinese (che produce Linea e Grande Punto) hanno pero’ registrato un calo dovuto alla forte concorrenza e non e’ stato raggiunto l’obiettivo fissato per il 2010. A dicembre sono state vendute 271 unita’ contro le 1.007 dello stesso mese del 2009, secondo le ultime statistiche diffuse dall’azienda di Ratan Tata.
 

Un’ultima considerazione riguarda il tasso di penetrazione dell’automobile; in India e’ attualmente uno dei piu’ bassi al mondo: appena 14 auto ogni mille abitanti.
 

Ultima modifica: 16 Novembre 2017