Tata: collaborazione con Fiat e’ forte e in crescita

876 0
876 0

“Con Fiat abbiamo un rapporto forte e in crescita: la nostra collaborazione si sta allargando ad altri modelli”

“Con Fiat abbiamo un rapporto forte e in crescita: la nostra collaborazione si sta allargando ad altri modelli”. Il neo Grand’Ufficiale al merito della Repubblica italiana, Ratan Tata, presidente di Tata Group e Tata Motors,a capo di un impero che in India spazia dalle automobili alle catene alberghiere, guarda con ottimismo alla joint venture con il Lingotto che insieme al suo gruppo, negli impianti di Ranjangaon, nello stato del Maharashtra, produce oltre 100 mila vetture e quasi il doppio di motori l’anno. Dopo l’incontro riservato con il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, che oggi a Mumbay lo ha insignito dell’Ordine di Grand’Ufficiale per il suo impegno nel campo economico e nei progetti di istruzione e ricerca scientifica e medica, Tata spiega di avere trovato il rappresentante del governo “molto determinato nel promuovere le relazioni tra i nostri due paesi”.
Verrete a investire in Italia? “Con Fiat – precisa Tata – abbiamo una joint venture in India che riguarda la produzione di auto”, un rapporto che il magnate indiano giudica appunto “in crescita”. Del resto “il numero delle auto Fiat vendute in India e’ in aumento”. A che gli cita la questione degli stabilimenti di Termini Imerese, Tata dice di “non sapere nulla dei progetti della Fiat al riguardo”.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017