Partenza in presa diretta

1397 0
1397 0

Gli organizzatori hanno avuto ragione: buon afflusso con molti giovani che hanno preso d’assalto le biglietterie

Si e’ aperto ieri il Motor Show (edizione numero 34) sotto un diluvio d’acqua e una temperatura decisamente invernale. Ma l’assalto alla kermesse dei motori (e delle belle ragazze), che chiudera’ i battenti l’8 con la grande sfida che vedra’ protagonista Valentino Rossi impegnato nella gara di rally ‘Memorial Bettega’, c’e’ stato, e del tutto inatteso dopo le premesse della vigilia. Sono stati soprattutto i giovani ad animare lo show dei motori. Ragazzi e ragazze arrivati dal Piemonte alla Sicilia che gia’ prima delle nove erano in fila sotto la pioggia alle biglietterie. Dopo il taglio del nastro da parte del sindaco di Bologna, Flavio Delbono, il piu’ contento e’ apparso Olivier Ginon, patron di GL Events che ha confermato che il Motor Show si terra’ dal 4 al 12 dicembre 2010. Otto i padiglioni da visitare e la formula espositiva del prodotto e’ uno dei punti di forza di questa edizione. Nel padiglione 26 ‘Quattroruote’ ha portato vetture di 15 marche con focus sugli ultimi modelli in commercio e le immancabili ragazze-immagine. Il grande quadrilatero all’ingresso e’ tappezzato di rosso in omaggio alla Ferrari (5 vetture esposte, tra cui la F1). Da non perdere il padiglione 31 dedicato alle preselezioni del Grande Fratello, con la straripante Cristina Del Basso, il ’36’ che segna il ritorno delle moto allo show, con Ducati e Honda in prima fila e i rispettivi paddock, mentre al ’32’ c’era la ressa per vedere gli accessori: quelli che personalizzano l’auto. Un’altra novita’? Il padiglione 33 che ricostruisce la Motor Valley emiliano-romagnola con pezzi antichi e modernissimi, come Ferrari e Lamborghini da competizione. E tutti i giorni gare mozzafiato nella grande arena. Ma il Motor Show non era nato cosi’?

Ultima modifica: 16 Novembre 2017