“L’obiettivo e’ la conferma del 10% del mercato”

860 0
860 0

Ford ha visto crescere le vendite negli Stati Uniti nel mese di luglio, aumentando del 25% la sua quota di mercato. Intervista all’amministratore delegato e presidente di Ford Italia Gaetano Thorel

{{IMG_SX}}Ford ha visto crescere le vendite negli Stati Uniti nel mese di luglio, aumentando del 25% la sua quota di mercato in Usa che e’ arrivata al 16,4% nel secondo trimestre. Il dato ha messo il turbo al titolo che a New York mostra un rialzo del 6,38% a 8,51 dollari. Un andamento che aveva gia’ registrato un buon andamento in Italia grazie ai nuovi prodotti come Fiesta, Focus, C-max e Ka. I primi due modelli grazie alle alimentazioni alternative e agli incentivi statali. La casa americana ha registrato una quota di mercato ampiamente superiore al 10%.
Chi megli dell’ad e presidente di Ford Italia Gaetano Thorel puo’ riassumere il mercato in previsione della fine dell’anno?
“Lo scenario futuro continuera’ a dipendere dalla politica di sostegno alla rottamazione, ma dobbiamo ritenerci comunque soddisfatti dei primi sei mesi caratterizzati da eventi mondiali che hanno segnato un periodo storico da ricordare. Mi auguro che il 2009 possa concludersi intorno ai 2 milioni di vetture, soglia di sicurezza per l’intera filiera in Italia”.
Ottimi risultati dovuti soprattutto al buon riscontro ottenuto dalla Ford Fiesta, con 54.398 nei primi sei mesi, e al buon debutto della Ford Ka?
“E’ vero. Fiesta ci sta dando molte soddisfazioni perche’ e’ una vettura giovane che allo stesso tempo ha mantenuto il concetto di auto per tutti. La Fiesta e’ sicuramente uno dei punti focali del Kinetic design che da due anni sta caretterizzando tutta la nostra produzione”.
Quindi e’ solo una questione di nuovi prodotti e di incentivi?
“Questa e’ la base, ma se Ford Italia non avesse provveduto a suo tempo a creare una delle forze vendite piu’ importanti del territorio questi risultati non avremmo potuto raggiungerli. Da una recente indagine e’ scaturito che Ford si conferma tra i mandati piu’ desiderati e primo per la maggiore fedelta’ dei dealer in Italia con ben il 70% dei FordPartner che alla domanda “potendo ripartire da zero in questo business, quale mandato sceglierebbe?” ha indicato il nostro marchio. Una strategia concordata per arrivare al 10% di vendite con ben 17.000 unita’ degli ultimi dati. A febbraio i nuovi incentivi statali hanno da subito generato un interesse importante da parte della clientela con un aumento delle visite nelle concessionarie e dei contratti nell’ordine del 25%. I nuovi ecoincentivi Ford cumulabili con quelli statali ci hanno consentito di consolidare il 10% di quota di mercato in Italia che prima di ogni cosa significa fatturato necessario alle nostre aziende partner per affrontare un anno che rimane fra i piu’ difficili per tutta la filiera automobilistica”.
L’importanza di avere alimentazioni a Gpl e metano per mantenere alte le quote di mercato?
“Una scelta giusta quella di montare sulla nuova Ford Focus e sulla Ford C-max la motorizzazione a doppia alimentazione benzina-Gpl. Una scelta che e’ caduta sul un motore 2.0 benzina da 145 cv con valvole rinforzate equipaggiato con un kit di alimentazione Gpl fornito dalla Brc Equipment. Il serbatoio Gpl posizionato nell’alloggiamento del ruotino di scorta ha una capacita’ di 48 litri garantendo un’autonomia di oltre 400 Km”.
Ormai si sta parlando sempre piu’ di mobilita’ elettrica o comunque sempre meno inquinanti. A che punto e’ la stategia Ford?
“In questo settore noi dipendiamo dalla casa madre che sta lavorando e sta facendo accordi con altre case per essere presenti sul mercato al momento giusto con il prodotto giusto. In fondo questa e’ la politica di Ford che ha sempre dato buoni risultati, come quelli di questo anno cosi’ difficle che pero’ ci vede consolidare il nostro posizionamento”.
Anche per fine anno puntate a mantenere il 10% di quota di mercato?
“Questo e’ l’obiettivo primario che pero’ potrebbe essere rivisto se lo stato non confermera’ gli incentivi”.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017