Debutta la nuova 500 Cabrio Primo test sulla pista di Balocco

815 0
815 0

In Italia, il pubblico potra’ provarla a partire dal “Porte aperte” in programma il prossimo 4 luglio, giorno del compleanno della Fiat 500, esattamente due anni dopo il lancio del modello che ha fatto compiere un vero e proprio salto qualitativo al segmento in tema di comfort e sicurezza, tecnica e dotazioni

{{IMG_SX}}Presentata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2009, la Fiat 500C rende omaggio all’originale Fiat 500 del ’57 come dimostra il tettuccio in tela. In Italia, il pubblico potra’ provarla a partire dal “Porte aperte” in programma il prossimo 4 luglio, giorno del compleanno della Fiat 500, esattamente due anni dopo il lancio del modello che ha fatto compiere un vero e proprio salto qualitativo al segmento in tema di comfort e sicurezza, tecnica e dotazioni. Partendo dalla versione berlina, l’inserimento della capote mantiene inalterate le caratteristiche vincenti del modello come l’abitabilita’ per 4 posti comodi o la capienza del bagagliaio e aggiunge nuove funzionalita’ che ne aumentano la vivibilita’. Tra l’altro, il bagagliaio – grazie ad un sistema di cerniere a parallelogramma – offre un accesso facilitato anche quando la capote e’ in posizione di totale apertura.
 

 

{{}}Altro punto di forza dell’originale versione cabriolet e’ lo straordinario comfort sia climatico che acustico. Gli accurati studi aerodinamici permettono di ridurre al minimo le turbolenze quando si viaggia a vettura “scoperta” godendo appieno le fresche giornate e la piacevole compagnia degli altri occupanti. La scelta di reinterpretare l’originale in chiave moderna con la capote elettrica scorrevole sul concept stilistico che mantiene i laterali della vettura, permette alla Fiat 500C di essere un prodotto meno stagionale e di poter esser goduta in qualunque periodo dell’anno. Insomma, l’insieme di queste peculiarita’ fanno della nuova vettura uno degli esempi piu’ riusciti tra le cabriolet oggi commercializzate nella categoria delle city-car. Vero e proprio oggetto di design, la capote della Fiat 500C si contraddistingue per i cinematismi molto raffinati del movimento con comando elettrico e per l’adozione di soluzioni tecniche di grande rifinitura e cura: dal lunotto in vetro al terzo stop incorporato nella capote stessa.

 

{{IMG_SX}}Disponibile in 3 colorazioni (avorio, rosso e nero), l’originale capote e’ abbinata a numerose tinte di carrozzeria tra le quali 3 create ad hoc: il Rosso Dongiovanni con effetto perlato, il Grigio Imprevedibile tipico delle sportive supercar e il Blu Bastian Contrario (quest’ultimo esteso all’intera gamma). Fiat 500C conserva le stesse dimensioni del modello di base (e’ lunga 355 centimetri, larga 165 cm e alta 149 cm) e condivide tutti e tre i propulsori: il turbodiesel 1.3 Multijet da 75 CV abbinato ad un cambio meccanico a 5 marce e i due benzina 1.2 da 69 CV e 1.4 da 100 CV, entrambi disponibili con cambio meccanico o robotizzato Dualogic. Ciascuno con doti diverse, i tre propulsori si segnalano per la loro generosita’, per il temperamento brillante o ancora per le alte prestazioni e la tecnologia sofisticata.

 

{{}}Tra le doti comuni, invece, una grande affidabilita’ e rispetto per l’ambiente (sono tutti omologati Euro5). E a conferma dell’impegno di Fiat Automobiles nel campo della tutela ambientale e della mobilita’ sostenibile, la 500C adotta l’innovativo sistema “Start&Stop;”, il dispositivo che gestisce lo spegnimento temporaneo del motore e il suo successivo riavviamento. Infatti, quando il veicolo si ferma, mettendo la vettura in folle e rilasciando la frizione, il motore si spegne; per ripartire e’ sufficiente reinserire la marcia. Dunque, con il debutto commerciale della nuova cabriolet, il modello Fiat 500 continua a far parlare di se’ confermandosi vera e propria icona del Made in Italy capace di conquistare il pubblico e la critica internazionale.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017