Ecco la seconda generazione Ka Nasce dalla collaborazione con Fiat

1230 0
1230 0

La city-car e’ stata sviluppata nell’ambito di un accordo di joint venture con Fiat e viene realizzata nello stabilimento del gruppo torinese di Tychy, in Polonia. I motori sono il Duratec benzina da 1.2 litri con 69 cv e il  motore diesel Duratorq Tdci da 1.3 litri con 75 cv. Prezzo d’attacco di 9.750 euro. Il modello al top della gamma, il 1.3 Tdci con Dpf costa 11.750 euro

{{IMG_SX}}La nuova Ford Ka, che combina le caratteristiche del nuovo linguaggio stilistico Kinetic Design con lo spirito giovane e stravagante della Ka originale, e’ stata sviluppata nell’ambito di un accordo di joint venture con Fiat. Il veicolo viene realizzato nel moderno impianto di produzione Fiat a Tychy, in Polonia, sulla stessa linea di produzione della Fiat 500, ristrutturato con un investimento Ford di 210 milioni di euro per produrre 500 Ka al giorno per poi raggiungere una quota annuale di 120.000 unita’ con un impiego di 1.700 dipendenti.

 

{{IMG_SX}}DESIGN Il frontale e’ caratterizzato dalla griglia trapezoidale rovesciata, i gruppi ottici larghi e fortemente allungati sembrano “occhi” carichi di espressivita’, il grande ovale Ford sopra la griglia, le forme squadrate e la fiancata scolpita conferiscono alla  Ka una personalita’ unica.

 

{{}}INTERNI Sono molto originali. La plancia in tonalita’ bicolore con la finitura “bianco lucido” della cornice sulla console centrale e dei maniglioni delle portiere, e’ l’elemento piu’ caratteristico. Comodi vani portaoggetti per qualsiasi necessita’, dagli iPod ai cellulari fino alle monete e agli occhiali da sole, fanno si’ che nell’abitacolo ci sia spazio per ogni cosa. Bluetooth con controllo vocale, connettivita’ via Usb con comandi audio al volante e computer di bordo multifunzionale completano il profilo altamente tecnologico di questa vettura. L’ ampia scelta di colori disponibili per la carrozzeria si ripropone anche nella  scelta di finiture e tessuti per gli interni: due colori per gli ambienti interni, un blu-grigio scuro e una tonalita’ piu’ chiara beige, cui si accompagna una vasta gamma di motivi per i sedili appositamente coordinati con gli interni e i vari colori della scocca. Il vano di carico  ha una  capacita’ di 224 litri, che puo’ essere ampliata fino a oltre 700 litri grazie ai sedili posteriori ripiegabili.
 

 

{{IMG_SX}}EQUIPAGGIAMENTO Tutte le nuove Ka hanno di serie il sistema Epas (Electric Power Assisted Steering, servosterzo elettronico) sensibile alla velocita’; il Ford IPS (Intelligent Protection System) con 4 airbag, frontali e laterali, di serie e 2 airbag a tendina opzionali per garantire il massimo livello di sicurezza insieme al sistema Esp (optional nella versione base) che offre una serie di funzioni per potenziare la stabilita’ e la sicurezza del veicolo, fra cui: il Tcs (Traction Control System, controllo antislittamento), l’Edc (Engine Drag torque Control, controllo dell’erogazione della coppia motrice), l’Hsa (Hill Start Assist, sistema di ausilio alla partenza in salita) e l’Hba (Hydraulic Brake Assist, sistema di ausilio alla frenata). La nuova Ford Ka e’ disponibile in due serie, Ka+ e Ka Titanium, che offre cerchi in lega da 15 pollici, vetri posteriori oscurati, climatizzatore, fendinebbia, volante in pelle.

 

MOTORI Ka e’ stata progettata per offrire bassi consumi nel rispetto dell’ambiente. Il motore benzina Duratec 1.2 litri da 69 cv vanta consumi di carburante ridotti del 21% rispetto al precedente motore, con un consumo di Carburante combinato pari a 5,1 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 119 g/km. Inoltre, e’ disponibile anche un moderno propulsore diesel common rail Tdci Duratorq 1.3 litri 16v da 75 cv (con o senza filtro Dpf) che aumenta ulteriormente il risparmio con un consumo di carburante combinato pari a 4,2 litri/100 km con emissioni di CO2 pari a 112 g/km. Dopo il suo debutto al salone dell’Auto di Parigi 2008, Ka sara’ presentata ufficialmente al prossimo Motorshow di Bologna il 3 dicembre. Il lancio al pubblico e’ previsto per gennaio 2009.{{}}

Ultima modifica: 16 Novembre 2017